Archivio per la tag 'app'

OctoStudio: app di coding gratuita per tablet e smartphone

OctoStudio è un’app di coding gratuita per tablet e smartphone sviluppata dal  MIT Media Lab disponibile su octostudio.org

OctoStudio modifica il modo in cui i ragazzi usano telefoni cellulari e tablet, consentendo loro di creare le proprie storie e giochi sempre e ovunque. I bambini possono scattare foto e registrare suoni, portarli in vita con i blocchi di codifica e inviare i loro progetti ad amici e familiari.

OctoStudio è sviluppato dal gruppo di ricerca Lifelong Kindergarten presso il MIT Media Lab. Il gruppo Lifelong Kindergarten ha anche creato Scratch, il linguaggio di codifica più popolare al mondo per i bambini. OctoStudio è completamente gratuito, senza pubblicità o acquisti in-app ed è disponibile per iOS (iPhone e iPad) e dispositivi Android.

Progettato appositamente per bambini e famiglie in comunità con accesso limitato o non limitato ai computer e alla connettività Internet, OctoStudio espande notevolmente chi ha l’opportunità di impegnarsi in attività creative con le tecnologie digitali. I bambini possono creare progetti OctoStudio offline, senza alcun addebito sui dati.

Mentre i ragazzi creano con OctoStudio, il mondo è la loro tavolozza, piena di possibilità creative. Possono portare immagini e suoni dalla loro vita quotidiana nei loro progetti e far integrare le loro creazioni nel mondo fisico. Ad esempio, un bambino può mettere un telefono in tasca e programmarlo per riprodurre suoni quando salta o balla.

Nel processo di creazione di progetti OctoStudio, i bambini sviluppano importanti capacità di problem-solving e creative-thinking, mentre imparano idee computazionali in un contesto significativo e motivante.

Il gruppo Lifelong Kindergarten sta collaborando con educatori in Brasile, Messico, Cile, Sudafrica, India, Corea e altri paesi del mondo in modo che OctoStudio coinvolga e supporti l’espressione creativa per gli studenti in diversi contesti culturali.

Come detto OctoStudio è disponibile gratuitamente per iOS e Android in più di 20 lingue.

Tixoo: app didattica per imparare le operazioni in colonna

Tixoo è un’applicazione didattica per Android, a cura di Francesco Bonelli,, che serve ad imparare le operazioni in colonna.
 
A differenza delle applicazioni simili, che si limitano a darti il risultato dello sviluppo, si è voluto creare un’utilità che permetta ai ragazzi di imparare in modo interattivo e divertente.
 
 
Ecco la descrizione integrale:

Tixoo è il calcolatore che ti consente di imparare le operazioni in colonna divertendoti.

Digita l’operazione che intendi risolvere e lasciati guidare dal ragionamento che ti condurrà al risultato finale.

Grazie al meccanismo passo passo, imparerai molto in fretta e senza alcuno sforzo.

Tixoo risolve tutte e quattro le operazioni principali:
– addizioni in colonna;
– sottrazioni in colonna;
– moltiplicazioni in colonna;
– divisioni in colonna.

L’app, naturalmente, supporta il separatore decimale e contempla tutti i casi particolari, dando una risposta soddisfacente ad ogni tuo dubbio.

Tixoo è l’applicazione perfetta per i ragazzi che si cimentano con le prime difficoltà della matematica ma viene anche in aiuto degli insegnanti e dei genitori come divertente strumento didattico.

 
Link per il dowbload gratuito da Play Store qui.

Brickit: fotografa i tuoi mattoncini LEGO e l’app ti dirà cosa costruire

Brickit è un’app che scansiona con la fotocamera di uno smartphone o di un tablet la nostra collezione di mattoncini LEGO e, in base ad essi, ci suggerirà cosa costruire.

Al momento è disponibile solo su App Store per dispositivi Apple, iPhone e iPad, ma presto sarà fruibile anche per gli utenti Android.

 

Brickit usa l’intelligenza artificiale per riconoscere i mattoncini, anche se sono parzialmente nascosti e disposti in verticale, e ottenere i suggerimenti per le possibili costruzioni da eseguire.

La raccolta delle costruzioni proposte svaria in una ricca tipologia: si va dai robot, alla frutta, dalle navi agli aeroplani e via dicendo. Basta scegliere un progetto dalla lista e procedere.

Una volta concluso un lavoro, è possibile scattare una foto e caricarla nell’app per condividerla nei social.

Si tratta di un progetto che al momento annovera già 1500 istruzioni LEGO nel suo catalogo e presto saranno aggiunti anche i progetti realizzati dagli utenti.

Guarda la breve demo nel video sotto:

Brickit è stato creato dai fan e non è un prodotto LEGO® ufficiale. Il gruppo di società LEGO non sponsorizza né supporta Brickit.

GitMind: app gratuita per creare mappe mentali, concettuali, organigrammi e diagrammi di flusso

GitMind  è un’app gratuita per creare mappe mentali e concettuali, organigrammi e diagrammi di flusso disponibile per dispositivi Apple, Android e come estensione di Google Chrome.

L’applicazione offre più di cento accattivanti modelli che possono essere utilizzati e modificati. Essi, come detto, includono template per mappe mentali e concettuali, diagrammi di flusso, organigrammi e tante altre tipologie.

GitMind, tuttavia, consente anche di creare mappe mentali e diagrammi da zero.

Si tratta di uno strumento di mind mapping collaborativo in cui si possono invitare persone a lavorare sulle nostre mappe mentali inviando loro una mail o condividendo un link e un codice di accesso privato.

GitMind offre molti strumenti per personalizzare le mappe mentali da un punto di vista grafico, incluso le combinazioni di colori e i temi predefiniti editabili.

Le mappe di un utente sono salvate nel cloud dell’applicazione e sincronizzate in tutti i dispositivi con cui saranno aperte.

GitMind facilita l’elaborazione di file in gruppo e il passaggio tra outliner e mappa mentale. Le mappe si possono esportare facilmente in PDF, TXT, SVG e altri formati. 

L’app offre alcune ottime funzionalità che potrebbero tornare comodo anche agli insegnanti e agli studenti.

GetMind è rilasciata in varie lingue tra cui l’Italiano.

Ready Player Me: creare un avatar 3D da un selfie per usare nei video giochi e nelle stanze della realtà virtuale

Ready Player Me è una web app dove creare un avatar 3D da un selfie per usare nei video giochi e nelle stanze della realtà virtuale.

La piattaforma intende integrasi direttamente nei giochi per console alla Fornite per esempio, nelle stanze dei mondi virtuali e negli eventi in VR come il famoso concerto di Travis Scott in diretta streaming per Play Station.

Per avviare il processo di creazione basta cliccare sull’apposito pulsante e fare uno selfie del nostro viso. Fatto ciò possiamo vedere il risultato ottenuto in automatico.

Poi si avvia la possibilità di personalizzare l’avatar, con e colori e forme, come in qualsiasi altra web app di questo genere che si rispetti.

Esiste anche la versione Halloween dell’app che è stata realizzata perché, causa Covid-19, la maggior parte delle feste di Halloween sono state annullate quest’anno.

Oppure c’è la la versione avatar a corpo intero.

Al momento Ready Player Me è integrato soltanto con alcune app VR, piattaforme di eventi virtuali e giochi come le identità online di .Mozilla Hubs.

Il loro obiettivo finale è creare una piattaforma di identità universale che consenta di creare avatar personalizzati e di utilizzarli nel sempre più diffuso mondo virtuale per consentire le relazioni impedite dalla distanza sociale forzata.

Read Along: app di Google che insegna a leggere ai bambini (e a imparare l’Inglese)

Read Along è un’app di Google che insegna a leggere ai bambini (e a imparare l’Inglese) disponibile gratuitamente sul Play Store per dispositivi Android e sull’Apple Store per per iPad e iPhone.

L’app nasce con lo scopo di aiutare gli studenti delle scuole primarie a praticare le loro abilità di lettura.

Read Along è stata lanciata con un catalogo di storie da leggere in Inglese e in altre nove lingue. La versione aggiornata è ora disponibile per tutti ma purtroppo non ancora in Italiano.

Read Along si basa sul riconoscimento vocale e sul text-to-speech di Google per aiutare i bambini a imparare a leggere.

L’app include un assistente di lettura integrato chiamato Diya. Mentre i bambini leggono ad alta voce, l’assistente capisce se il bambino sta trovando difficoltà e se ha bisogno di un supporto oppure se può continuare i vari livelli.

In qualsiasi momento, il bambino può chiedere a Diya di aiutarlo a leggere una frase o pronunciare una parola che non conoscono.

Sotto un esempio registrato dal mio smartphone che purtroppo non include la voce di chi legge ma che fa capire il funzionamento dell’app.

Man mano che il bambino progredisce saranno mostrati nuovi mini giochi di parole in modo da collezionare premi in-app.

Google afferma che l’app è stata creata pensando alla privacy dei bambini ed è in grado di funzionare senza connessione ad internet.

I dati vocali vengono analizzati in tempo reale sul dispositivo e non vengono sincronizzati, archiviati o analizzati sui server di Google. L’azienda sottolinea inoltre che non utilizza un campione vocale dei bambini per migliorare il prodotto.

L’app non include pubblicità o acquisti in-app. I genitori possono scegliere di connettersi a internet se vogliono scaricare storie aggiuntive, ma non è previsto alcun addebito.

Read Along al momento offre circa 500 storie e il catalogo viene continuamente ampliato con nuovi libri e storie adatte alla fascia di età.

Ovviamente si spera nell’integrazione della lingua italiana, tuttavia, considerata la facilità d’impiego dell’applicazione, è già possibile usarla per migliorare le capacità di lettura in Inglese.

Ricerche Internet

Blogroll

PIXEL ART

Pixel Art

CODING

Coding

Seguimi nei social e metti un like :)