Archivio per la tag 'Giochi'

Pixel Art di Natale: le schede e l’addobbo della Natività e dei Re Magi

Ecco la nostra proposta per un’attività di pixel art dedicata alla festa del Natale: le schede e l’addobbo della Natività e dei Re Magi (clicca sulla immagine sopra per visualizzarla ingrandita).

Si tratta di un lavoro studiato principalmente per realizzare un grande addobbo a mosaico sulla vetrata della scuola composto da due parti:

Ovviamente le schede sono buone anche per i classici lavoretti in pixel art: carta a quadretti, cartoline e biglietti di auguri, composizioni con le perline stirabili pyssla e hama.

Si può procedere al download dei file in PDF delle schede cliccando sui link sopra.

Ecco il mosaico realizzato alla Scuola Primaria Collodi di Sansepolcro (AR), 200 X 440 cm:

Pixel Art di Natale: la scena della venuta dei Re Magi

Il Maestro Alberto e la Maestra Jessica, assieme ai suoi alunni, propongono un’attività di pixel art dedicata alla festa del Natale: la scheda della scena della venuta dei Re Magi.

Si tratta della seconda parte di un mosaico pensato per addobbare la grande vetrata della scuola a cui si collega la scena della Natività.

Il disegno è sviluppato in un reticolo di 22X22 ed è composto quindi da 484 pixel. 

La scena è formata da 7 colori e quindi è piuttosto semplice da sviluppare e colorare, anche perché le figure sono volutamente stilizzate.

Ecco i file in PDF della scheda:

La scheda, in base all’esperienza dei bambini con la pixel art, è adatta come spunto per avviare attività di conding unplugged in tutte le classi elementari, per realizzare lavoretti a scuola con le maestre o per divertirsi a casa in famiglia con disegni da colorare.

Le immagini sono buone anche come schemi per realizzare composizioni con le perline stirabili Pyssla e con le Hama.

Vedi anche un’altra scheda della Natività già pubblicata, un poco più complessa ed articolata da usare come mosaico, addobbo o lavoretto di carta singolo.

Pixel Art di Natale: il pinguino natalizio

Il Maestro Alberto, assieme ai suoi alunni, propone un’attività di pixel art dedicata alla festa del Natale: la scheda del pinguino natalizio.

Il disegno è sviluppato in un reticolo di 30X20 ed è composto quindi da 600 pixel. 

La figura è formata da 5 soli colori, bianco incluso, e quindi è piuttosto semplice da colorare, anche perché sono state lasciate delle cornici bianche intorno alla figura per ottenere un effetto neve più marcato.

Ecco i file in PDF della scheda:

Per ottenere la figura pixelata siamo partiti da questa immagine trovata nel web

e l’abbiamo trasformata con uno dei software di questa lista per creare immagini 8-bit, ovvero in pixel art. In particolare abbiamo usato Brick Build, poiché con questa applicazione è possibile caricare un’immagine di sfondo su cui lavorare e tradurla in pixel.

Le schede, in base all’esperienza dei bambini con la pixel art, sono adatte come spunto per avviare attività di conding unplugged in tutte le classi elementari, per realizzare lavoretti a scuola con le maestre o per divertirsi a casa in famiglia con disegni da colorare.

Le immagini sono buone anche come schemi per realizzare composizioni con le perline stirabili Pyssla e con le Hama.

Ellybee: libri per bambini per imparare l’Inglese che prendono vita grazie alla realtà aumentata

Ellybee è la prima startup italiana che ha messo a punto un metodo innovativo nel settore educativo per l’insegnamento della lingua inglese ai bambini tramite l’interazione del libro cartaceo con la realtà aumentata, ossia una tecnologia che consente di sovrapporre e di visualizzare informazioni multimediali sul display di un tablet o di uno smartphone. 

La cosiddetta Realtà Aumentata influenza positivamente i processi cognitivi perché trasforma il processo di apprendimento in attività ludiche e interattive al tempo stesso e stimola all’auto-apprendimento attraverso il meccanismo del learning by doing, vale a dire dell’imparare facendo.

Nel caso dei libri di Ellybee, tramite l’apposita app gratuita, si inquadrano le pagine del libro in modo che i contenuti prendano vita sul display del telefonino.

Grazie a una sperimentazione su alcune scuole pubbliche di tutto il territorio italiano, il metodo che sfrutta le potenzialità della realtà aumentata incluso nei prodotti di Ellybee è stato brevettato ed è stato già testato dal MIUR.

Come detto, Ellybee si basa sulla combinazione della augmented reality con il libro. Basta usare in alcune pagine l’apposita app per dar vita alla simpatica ape Elly che diventa assistente virtuale e accompagna i bambini e i loro genitori o insegnanti a pronunciare le parole in maniera corretta.

L’ape Elly interagisce con il bambino-lettore, quando è attivata dagli appositi segnalibri del libro e dà anima a vari contenuti animati in 3D, a giochi interattivi e all’audiobook per avviare il bambino a interagire con le parole e le semplici frasi della lingua inglese.

In buona sostanza, oltre alla lettura di numerosi libri illustrati, i bambini potranno vedere e ascoltare la voce dell’Ape Elly tramite uno smartphone o un tablet grazie alla realtà aumentata e potranno imparare la lingua inglese divertendosi.

L’obiettivo di Ellybee è quello di offrire ai bambini l’opportunità di apprezzare il libro cartaceo insieme allo strumento digitale, offrendo a insegnanti e genitori un mezzo che possa far congiungere le attitudini di due generazioni diverse in un unico prodotto, tenendo conto del fatto che il linguaggio che i bambini di oggi comprendono più rapidamente e con il quale di divertono di più è quello digitale.

Ho avuto il modo di testare i libri di Ellybee e sono rimasto davvero ben impressionato, non solo dalla realtà aumentata, ma dalla ricchezza dei contenuti e dalla grafica molto gradevole e curata. Sono belli, ben fatti e sono in vendita ad un prezzo contenuto.

Giochi per imparare la matematica divertendosi

La matematica, si sa, è una delle materie più ostiche. Per i più piccoli, destreggiarsi fra tabelline e divisioni può essere un vero e proprio incubo, specialmente se poi si inizia a rimanere indietro. Senza contare che, per sua stessa natura, si tratta di una materia un po’ astratta che può sembrare noiosa e poco interessante. Per fortuna esistono decine di giochi pensati appositamente per aiutare i bambini a imparare la matematica divertendosi da soli o con gli amici.

Uno dei giochi più diffusi è il Forza 4 Matematico. Per giocare bastano un foglio e una penna. Si disegna sul foglio una griglia in cui in ogni casella verranno scritti in ordine i risultati delle tabelline, da quella dell’1 a quella del 9.A turno ciascun giocatore sceglie due numeri e cerchia sulla griglia il risultato della loro moltiplicazione. Proprio come nel classico Forza 4, alla fine del gioco vince chi riesce per primo a cerchiare quattro caselle vicine in orizzontale, verticale o diagonale.

Un altro gioco più attivo è la variante matematica del notissimo Campana. Anche in questo caso si gioca all’aperto, dopo aver disegnato a terra con il gesso una griglia con i numeri da 1 a 10. Lo scopo del gioco è riuscire ad arrivare alla fine e poi ritornare indietro senza mai sbagliare, ogni volta saltando su una casella diversa. Attenzione però: per poter andare avanti qui non basterà avere dei buoni riflessi e una buona coordinazione. Ad ogni casella bisognerà risolvere un’operazione utilizzando il numero su cui ci si è fermati. Può decidere il maestro, oppure possono essere gli altri concorrenti a proporre delle operazioni da risolvere. In caso di risposta affermativa, si può passare a una casella successiva. Se invece si sbaglia, bisognerà ritornare indietro o cedere il turno a un altro giocatore.

Anche il Sudoku (naturalmente nelle versioni più facili) è un ottimo modo per allenare la mente matematica e, in particolare, le capacità logiche dei bambini. E’ composto da una serie di griglie quadrate in cui si alternano caselle vuote a caselle con all’interno dei numeri, dall’1 al 9. Lo scopo del gioco è riempire tutte le caselle, senza però che su una stessa fila o colonna compaia mai lo stesso numero. Si tratta di un ottimo metodo per abituarsi al ragionamento logico e strategico.

Naturalmente, esistono anche moltissime app didattiche multimediali che aiutano i bambini a imparare la matematica divertendosi. Online sono disponibili tantissimi altri giochi per bambini interessanti, adatti a tutte le età, grazie a cui imparare senza annoiarsi. Basta scegliere il proprio gioco preferito tra i tantissimi messi a disposizione gratuitamente sul web. Senza contare le app disponibili sul tablet o sullo smartphone. L’obiettivo di tutti questi giochi è quello di allenare la capacità matematiche dei bambini in maniera divertente, presentando la materia in modo che possa interessare chiunque. Le grafiche colorate e le sfide proposte da queste app attrarranno di sicuro l’interesse dei più piccoli.

Le possibilità didattiche offerte dalle tecnologie digitali, infatti, sono enormi: imparare le tabelline divertendosi non è mai stato così facile!

Guest post a cura di pomu.co.it

Maze Generator: generatore di labirinti stampabili

Maze Generator è un semplice e pratico generatore di labirinti stampabili su carta.

Si tratta di un’applicazione web che, attraverso un intuitivo menù di configurazione, permette di scegliere la forma, lo stile, l’altezza, la larghezza, lo spessore delle linee di separazione, i lati di ingresso e di uscita del labirinto.

Si possono generare vari tipi di labirinto, dal semplice al complesso, a seconda del numero delle celle: rettangolare o a sigma come quelli in alto, oppure a delta e a theta come quelli sotto.

È possibile anche creare forme a triangolo, cerchio o ad esagono per poi salvare e stampare il PDF ottenuto in vari formati (anche nel comune A4), oppure in file immagine PNG o vettoriale SVG.

I labirinti sono utili per i bambini a scuola per sviluppare il senso dell’orientamento nello spazio, per riconoscere figure geometriche, per sviluppare la coordinazione oculo-manuale, per inventare percorsi didattici, per migliorare la precisione del tratto in esercizi di pregrafismo, ma anche per puro spirito ludico o per ottenere un disegno particolare da colorare.

Maze Generator è uno strumento gratuito che non richiede registrazione.

Seguimi:


Ricerche Internet

Fanpage

Web 2.0 e Scuola

maestroalberto 2.0 maestroalberto.it
Se cerchi notizie sui social, la didattica digitale e il Web 2.0 clicca sul bottone sopra

Pixel Art

Pixel Art

Coding

Coding