Archivio per la categoria 'Bambini'

giochi-geografici.com: giochi educativi per conoscere la geografia divertendosi

giochi-geografici.com è un sito che offre più di 60 giochi educativi per conoscere la geografia divertendosi esercitandosi online.

Ecco come sono ripartiti e descritti:

  • Giochi di localizzazione: Devi cliccare il più vicino possibile alla città o al luogo richiesto. I tuoi punti sono calcolati in base alla distanza tra il tuo clic e la posizione reale. Un bonus di tempo è aggiunto ai tuoi punti.

  • Giochi a zone: È necessario fare clic sul paese, dipartimento, regione, area geografica richiesta. Hai 3 possibili tentativi. I tuoi punti diminuiscono in base ai tentativi fatti per trovare la zona giusta. In questi giochi il tempo scorre per tutto il gioco. Il tuo tempo bonus è calcolato alla fine del gioco (è calcolato in base al tempo rimanente dopo aver trovato tutto).

  • Quizz : Questi giochi hanno diverse fasi, ognuna con le proprie regole. Il calcolo dei punti e il bonus del tempo variano in base alla fase. giochi “Città di …” sono giochi di localizzazione. I nostri giochi “Paesi de …” sono giochi di zona.

I giochi riguardano città, capitali, regioni, paesi, bandiere, Italia, Europa, Mondo.

Tramite il motore di ricerca integrato è possibile per esempio trovare i giochi che riguardano l’Italia o i fiumi o le regioni in base al termine di ricerca inserito.

Tutti i giochi online sono gratuiti, molto ben fatti e si possono svolgere senza registrazione obbligatoria. anche a schermo intero

Essi funzionano bene anche su tablet e smartphone e hanno carattere social, ovvero si può commentare, votare e condividere qualsiasi gioco.

Da registrati, tuttavia, si entra a far parte delle classifiche dei giocatori (che al momento sono già circa 100.000), accedere ai tornei e monitorare i propri punteggi.

MathQuiz.io: un semplice gioco per migliorare le abilità matematiche

MathQuiz.io è un semplice gioco per migliorare le abilità matematiche sviluppato da uno studente.

Esiste un livello facile basato essenzialmente sulle operazioni (addizione, sottrazione, moltiplicazione) e un livello medio più impegnativo dove risolvere equazioni, problemi con frazioni, divisione e numeri negativi.

MathQuiz.io non richiede ai giocatori di registrarsi o accedere e non c’è pubblicità sul sito.

Si tratta semplicemente di uno strumento basato sul web che gli studenti possono utilizzare per esercitare le proprie abilità matematiche.

È un sito utile anche nella didattica per far esercitare gli studenti giocando e divertendosi in sfide di matematica.

I risultati ottenuti possono anche essere condivisi direttamente nei social.

DigInsegno: portale di risorse didattiche e di esercizi interattivi utili per la didattica a distanza e in presenza

DigInsegno è portale di risorse didattiche del gruppo editoriale Il Capitello.

Si tratta di una serie di contenuti utili per la didattica a distanza e in presenza.

DigInsegno contiene risorse per la scuola primaria e secondaria di primo e secondo grado.

I contenuti sono suddivisi per aree progettuali e disciplinari. Per esempio per la scuola primaria ci sono progetti per le classi, area linguaggi, area discipline, lingua straniera e religione.

Ogni contenitore offre tantissimi esercizi interattivi molto ben strutturati da svolgere online, ideali quindi anche per assegnare compiti nella didattica digitale integrata.

C’è anche la possibilità di condividere i contenuti proposti direttamente su Microsoft Teams e su Google Classroom.

Il portale è gratuito e di libero accesso ed è fornito “in un ambiente sicuro e protetto, in cui ogni insegnante potrà trovare tutto quello che può servire per integrare le proprie lezioni, in presenza e a distanza“.

Omoguru: app che aiuta a leggere alle persone che hanno problemi di dislessia

Omoguru è  un’app per dispositivi mobili che aiuta a leggere alle persone che hanno problemi di dislessia.

L’app è disponibile gratuitamente per sistemi Android e iOS (per 2 settimane, poi diventa a pagamento). Sebbene fornita soltanto in Inglese, ciò non inficia il risultato di quanto possiamo ottenere.

Omoguru, infatti, offre una vasta gamma di strumenti progettati per rendere il testo più leggibile indipendentemente dalla lingua.

Ci sono funzioni che consentono di regolare l’aspetto del testo e migliorarne la leggibilità, come per esempio la spaziatura delle lettere, l’impostazione dell’altezza della riga, i colori del contrasto, la dimensione del testo, lo strumento per contrassegnare le sillabe in diversi colori in modo da identificare e leggere facilmente parole plurisillabe, la lettura rapida. ecc. 

Oltre alle funzioni grafiche da operare sul testo, Omoguru aiuta a leggere fluentemente con il ritmo giusto, a leggere riga per riga senza saltare e a migliorare la velocità di lettura.

Per aggiungere un testo scritto da leggere basta scattare una foto di una qualsiasi pagina stampata e l’app provvederà a digitalizzala e a salvarla. 

Tutte le scritte raccolte sono automaticamente convertite in testo ottimizzato e l’app carica automaticamente l’ultima configurazione del testo preferita.

Inoltre, l’app offre un’ampia selezione di libri pre caricati e di racconti per bambini piccoli e ragazzi, sebbene sia difficile trovare testi in Italiano.

L’app include letture già pronte per le scuole con più di 170 racconti.

Watchkin: guardare video di YouTube in una pagina pulita, in modo sicuro, senza distrazioni, senza commenti e senza pubblicità

Watchkin è un’utilissima web app che permette di guardare video di YouTube in una pagina pulita, in modo sicuro, senza distrazioni e senza pubblicità.

Il suo funzionamento è molto semplice, basta copiare e incollare l’URL di un video per ottenere la visualizzazione pulita, senza spiacevoli inconvenienti, senza annunci promozionali, senza commenti e senza la proposta di video correlati.

Tutto questo preserva dalla visione di contenuti osceni, offensivi ed inappropriati, soprattutto quando si tratta di bambini piccoli e di minori in genere.

L’app genera un nuovo link pulito di Watchkin che può essere condiviso, in particolare a scuola per la visione diretta sulla LIM per esempio o nelle classi virtuali nella didattica a distanza.

Ovviamente lo strumento può essere usato per usi personali e non specificamente didattici.

Watchkin propone un motore di ricerca su YouTube integrato che tuttavia non sempre funziona.

Esistono altri siti simili che rimuovono le distrazioni dai video di YouTube come SafeShare.tv  ma purtroppo presentano limitazioni d’uso che invece Watchkin non possiede.

Watchkin, infatti, non limita il numero di link che si possono creare e non mostra pubblicità o link fastidiosi, è gratuito e non richiede registrazione.

Lavoretti facili di Carnevale per bambini della scuola elementare

Ogni occasione è buona per lasciare i bambini sfogare la loro creatività. Ecco, quindi, che qui si possono sbizzarrire con questi due semplici lavoretti di Carnevale:

  • maschere di animali
  • maracas fai da te

Per realizzarli bastano pochi materiali, alcuni dei quali molto probabilmente già presenti in casa. È anche un pretesto per riutilizzare dei materiali che andrebbero altrimenti buttati via. Vediamoli uno ad uno!

Maschere di animali

Cosa ti serve:

  • Piatti di carta (meglio bianchi)
  • Cannucce di plastica o carta
  • Tempere
  • Forbice
  • Colla
  • Pennarello nero

Procedimento:

Taglia un piatto di carta a metà e ritaglia al suo interno due buchi che andranno a formare gli occhi dell’animale. Utilizza l’altra metà del piatto per formare le orecchie e, nel caso dell’orso, anche il naso.

Prima di incollare i vari pezzi, inizia a colorare la tua maschera. Puoi scegliere gli stessi colori della figura, altrimenti quelli che i bambini preferiscono. Una volta che si è asciugato il tutto, incolla le varie parti del viso al loro posto.

Per dare un tocco più realistico alle tue maschere di animali, prendi il pennarello nero e disegna il naso e baffetti. Prendi infine la cannuccia e incollala a destra o sinistra del piatto (dove ti è più comoda).

NB: incollala dietro, dove non hai applicato nessun colore, così non vai a sovrapporla alla decorazione. La cannuccia fungerà da supporto per tenere la maschera durante la festa.

In alternativa, per avere un supporto più stabile, puoi prendere un elastico e incollarlo dietro i due estremi del piatto. I bambini dovranno poi solo infilarsi la maschera e non doverla tenere in mano tutto il tempo.

Queste maschere fai da te possono essere utilizzate anche per una festa a tema dove tutti si vestono da animali. Per Carnevale sono un semplice travestimento last minute, ma, vista la semplicità del procedimento, puoi anche realizzare altri personaggi tipici di Carnevale, come Arlecchino e Pulcinella!

Maracas fai da te

Cosa ti serve:

  • rotoli di carta igienica
  • tempere e/o pennarelli
  • nastro adesivo
  • nastro colorato
  • riso o lenticchie

Procedimento:

Prima di realizzare le tue maracas fai da te, devi decidere il tema, ossia il tipo di decorazione. Qui ti proponiamo una fantasia a pois e a zigzag.

Prendi il rotolo di carta igienica e decoralo a tuo piacimento. Se hai usato la tempera, allora aspetta che si asciughi prima di continuare.

Poi prendi un lato e piegalo in senso verticale. Prima di piegare l’altro, metti dentro il riso o le lenticchie. Fatto questo, allora puoi piegare l’altro lato, nel senso opposto rispetto all’altro. 

NB: per incollare entrambi i lati puoi usare il nastro adesivo. Per coprirlo, puoi in seguito usare un nastro colorato che rende il lavoretto esteticamente più bello.

E il gioco è fatto! Muovi le maracas e senti il rumore che rilasciano. Sono il lavoretto ideale per i bambini che amano la musica.

Possono anche essere usate come porta coriandoli durante la festa di carnevale. Basta tenere un lato aperto così da poter lanciare i coriandoli per le strade della città.

Questi lavoretti sono stati realizzati da Babysits, piattaforma online che mette in contatto genitori e babysitter, che realizza spesso facili fai da te per la propria community di bambini.  

Guest post a cura di Babysits.


Seguimi:

Web 2.0 e Scuola

maestroalberto 2.0 maestroalberto.it
Se cerchi notizie sui social, la didattica digitale e il Web 2.0 clicca sul bottone sopra

Pixel Art

Pixel Art

Coding

Coding

Ricerche Internet

Blogroll