Archivio per la tag 'Risorse'

Perché non esistono siti educativi come questo in italiano?

National Library of Virtual Manipulative

Forse sarebbe più giusto chiedersi: perché non esistono siti come questo dedicati al software didattico in Italia?

National Library of Virtual Manipulative, infatti, non solo è un ottimo sito di software didattico on line per bambini e ragazzi dai 2 ai 12 anni, ma è soprattutto un servizio offerto da una delle più prestigiose università americane, la Utah State University, finanziato da un ente scientifico nazionale, la National Science Foundation, con l’obiettivo di sviluppare una biblioteca di oggetti virtuali interattivi, accessibili via web, per contribuire all’insegnamento della matematica ai bambini fino ai 12 anni. Il tutto fa parte di un ulteriore programma educativo più ampio, chiamato eNLVM, che include unità didattiche d’isegnamento per docenti e lezioni pubblicate da insegnanti per i loro colleghi.

E’ come se in Italia un progetto simile partisse per esempio dall’Università di Firenze, Roma o Napoli e, con la benedizione e il finaziamento del Ministero o dell’Accademia delle Scienze, si occupasse di fornire oggetti di studio e di apprendimento della matematica ai bambini della scuola dell’infanzia, di quella elementare e media e, naturalmente, anche il supporto agli insegnanti.
Qualcosa di simile può forse esistere nei pensieri di qualche illuminato cattedratico, ma sicuramente, allo stato delle cose, è impossibile immaginare che possa mai essere realizzato. Anzi, spesso e volentieri, per le nuove tecnologie gli insegnanti sono del tutto abbandonati alla loro buona iniziativa personale o formati attraverso qualche omologato corso di aggiornamento.

Gli sviluppatori del software didattico in Italia nella maggior parte dei casi sono valenti insegnanti, o comunque gruppi di persone che vivono quotidianamente nel mondo della scuola. Per questo motivo dedicherò loro (perlomeno ai più interessanti), durante questo anno scolastico, una serie di articoli illustrativi e promozionali. Del resto i loro siti sono presenti nei links di Maestro Alberto da sempre.

Dal momento che il linguaggio della matematica è universale, a prescindere dalle barriere linguistiche, vi consiglio caldamente di intraprendere il viaggio in National Library of Virtual Manipulative, perché è come essere condotti da un bravo maestro virtuale, capace di coinvolgere i bambini nello studio della matematica anche attraverso un approccio ludico e stimolante.

La ricchissima biblioteca dei softwares può anche essere utilizzata liberamente dagli insegnanti che desiderano arricchire le proprie lezioni di classe.

Medita: mediateca digitale italiana

Medita

Addio vecchie videocassette! Ora c’è Medita: la mediateca digitale italiana.

Progetto a cura di Rai Educational per ora soltanto sperimentale e in versione demo. Contiene 2500 unità audiovisive, 1500 ore di filmati, ricostruzioni e mappe riassuntive. Tutto suddiviso per ordini scolastici e materie.

Dopo una visita ci si rende subito conto della “ricchezza e della qualità dei contenuti, scelti con l’intento di integrare la lezione tradizionale sfruttando le molteplici opportunità offerte dalle nuove tecnologie”.

Il servizio può essere richiesto dagli insegnanti, anzi invito i colleghi interessati a farlo perché la richiesta è considerata dal responsabile del progetto, Marco Zela, come “una sorta di petizione on-line che… permetterà di affrontare tutti gli investimenti tecnologici ed editoriali, necessari per il varo di Medita nella sua versione completa”.

Si tratta di inviare i propri dati personali, di compilare un form e di ripondere a un questionario.

I 30 filmati didattici per ora disponibili:

ABITAZIONI PRIMITIVE
DIZIONARIO LESSICALE: RAZZA
L´ AZOTO E IL SUO CICLO. ENERGIA E CICLI IN NATURA
TAVOLA PERIODICA: GRUPPO 1. MODELLI DI REATTIVITÀ
IL BIG BANG: LA TEORIA. STORIA DELLA SCIENZA
ERRI DE LUCA: IL MONDO NARRATO DALLA LETTERATURA. IL MONDO E L´UOMO
FISICA: I PROTAGONISTI D´INIZIO NOVECENTO. STORIA DELLA SCIENZA
MARGARET BOURKE WHITE: UNA FOTOGRAFA LEGGENDARIA
LE LEGGI RAZZIALI DEL 1938. ITALIANI DI RAZZA
LE LEGGI RAZZIALI DEL 1938: REAZIONI. ITALIANI DI RAZZA
GIAN LORENZO BERNINI
LA CLASSIFICAZIONE DEGLI ANIMALI
IL BAROCCO: METODOLOGIA COSTRUTTIVA
GLI ASTEROIDI E LA TERRA
LA CONQUISTA DELLO SPAZIO: L´UOMO SULLA LUNA
LA CHIESA E IL CONCORDATO. COSTITUENTE E COSTITUZIONE
SIENA
AMAZZONIA: SULLE TRACCE DEGLI INDIOS
SERGIO GIVONE: CRISTIANESIMO E NICHILISMO. AFORISMI
LA CIVILTÀ MINOICO-MICENEA
LE PIANTE
LA NASCITA DELLA FILOSOFIA: LE ORIGINI
L´ ACCADEMIA DI BRERA DI MILANO
VLADIMIR MAJAKOVSKIJ: CANTORE DELLA RIVOLUZIONE
CADUTA E GALLEGGIAMENTO
OLOCAUSTO: LA SOLUZIONE FINALE. SECONDA GUERRA MONDIALE
VITA: LE PRIME FORME
DANTE ALIGHIERI. IL TESORO DELLA POESIA ITALIANA
TECNICHE DI DATAZIONE: IL METODO RADIOMETRICO
DINO CAMPANA: LA VITA

Festa del papà

Guarda tutte le risorse sulla Festa del Papà con gli speciali aggiornati, i lavoretti i disegni da colorare.

Ricorre il 19 marzo, per San Giuseppe, il “padre” per eccellenza secondo la tradizione cattolica.

cavalluccio

Essendo il Santo anche il protettore dei falegnami pare che essi ne siano anche i promotori. È una festa di origine statunitense, un po’ decaduta, perché un tempo, dopo la sua istituzione (nel 1968), è stata addirittura festa nazionale in Italia.

Una storia concisa dell’evento è riportata dal portale per famiglie Il Paese Dei Bambini Che Sorridono.

Quest’anno cade di domenica e, nonostante tutto, continua ad essere un’occasione per i bambini per festeggiare i tanto amati padri. Anche a scuola, soprattutto i più piccoli, con l’aiuto di maestre e maestri, continuano a preparare un “pensierino”: un lavoretto di carta colorata, un biglietto di auguri con qualche graziosa poesia o frasetta afettuosa.

Seleziono alcuni links in cui si trovano idee e risorse per festeggiare il babbo in famiglia.

Gli speciali:

La Girandola
Filastrocche
Festivals

Biglietti e lavoretti:

La scatola dei segreti
Lannaronca
Sottocoperta
EnchantedLearning

Quest’ultimo, in inglese, è molto ben fatto (come tutto il sito del resto), ricco di spunti e di materiale per realizzare lavoretti di carta, cartoline, cornici per foto e ritratti, figure graziose e fantasiose per rappresentare alberi genealogici personali, colorati e divertenti.

Alfabetiere

Ho scovato un simpatico alfabetiere per giocare on line ed esercitarsi con vocali, consonanti e particolarità ortografiche.
Da provare. Necessita di Flash Player. Chi non lo avesse, può scricarlo su Macromedia.

Mappe Concettuali e Mappe Mentali

Parliamo di mappe concettuali, o meglio di risorse internet sulle mappe concettuali.
Il testo di riferimento principale per chi vuole avvicinarsi a questo tipo di apprendimento significativo, attivo e creativo, che permette a chi lo pratica di scoprire, scegliere, mettere in relazione, divulgare nuove conoscenze attraverso l’utilizzo di uno strumento didattico molto efficace 猫 sicuramente: L鈥檃pprendimento Significativo di Joseph Novak (Erickson).

L 'Apprendimento Significativo - Joseph Novak

Una biografia dell’autore, in inglese, si trova sul sito dell鈥橧nstutute for Human and Machine Cognition (IHMC), lo stesso che distribuisce un ottimo software freeware per generare mappe, recentemente utilizzato anche nelle proposte formative di Indire nella piattaforma Puntoedu.

In rete si trovano molti materiali e software sul tema.
NonsoloScuola, a cura di Tiziano Trivella, propone un excursus dal titolo 鈥�Cos鈥櫭� una mappa?鈥� e indica dei possibili utilizzi didattici. Interessante la considerazione su come le mappe possono essere usate sia come mezzo d鈥檌ndagine di studio, sia come mezzo di sintesi conoscitiva finale. Si trovano anche alcuni esempi didattici www.kamagraoraljelly247.com.

Tutto, ma proprio tutto sulle mappe concettuali si trova su Pavone Risorse, nello spazio curato da Marco Guastavigna, insegnante che ha dedicato un eccellente studio corredato di indicazioni molto preziose per chi vuole avvicinarsi al tema. Consigliatissimo.

Esiste addirittura una comunit脿 di pratica 鈥渘ata a proposito di mappe concettuali e che ha successivamente esteso il suo interesse all’uso nella didattica dei diversi metodi per organizzare graficamente le conoscenze鈥�: map.dschola.it.

Degno di nota il progetto che fa riferimento al sito trilingue wwmaps (italiano, inglese, spagnolo) per la collaborazione in rete tra scuole di tutto il mondo, dalla scuola dell’infanzia all’universit脿 sulle mappe concettuali.
Il progetto, aperto, basato su Cmap, “organizza relazioni di scambio culturale e costruzione di strutture di conoscenza tra studenti di paesi lontani geograficamente e nella lingua”.

Una spiegazione, interessata, sulle mappe si trova anche su scatolepensanti, sito internet della versione italiana di uno dei migliori software a pagamento: MindManager.

Esiste anche un metodo di ricerca di informazioni su internet che utilizza le tecniche delle mappe concettuali: il metodo Sewcom.

Si possono trovare numerosi software per il mind mapping, molti a pagamento, alcuni freeware. Spesso i programmi commerciali si possono scaricare gratuitamente ed usare per un periodo di tempo limitato, funzionano per alcuni giorni (di solito 15-30) prima espirare.

Ne ho provati alcuni e tra i migliori segnalo MindManager, che ha una versione, meno recente, anche in italiano.

Inspiration e il figlio pi霉 piccolo, appositamente concepito per i bambini, Kidspiration, forse l’unico software (assieme a MindMapper Junior) studiato appositamente per i piu piccoli e per la scuola di base, sono due validi programmi purtroppo in lingua inglese solamente.

Per l鈥檈lenco completo dei software mind mapping rimando a questa pagina di Guastavigna.

Kidspiration

Tra i programmi di libero utilizzo invece si trovano Freemind, e Thinkgraph, ma la parte da leone la fa Cmap Tools, scaricabile anche nella versione in italiano. Software multipiattaforma, utilizzatissimo in ambiente scolastico, che consente addirittura di condividere le proprie realizzazioni con una comunit脿 molto vasta a livello mondiale, caricando il proprio lavoro in rete sotto forma di progetto, oltre che di pagina web vera e propria. Si pu貌 naturalmente anche attingere al ricchissimo database di mappe concettuali condivise.

IHCM Cmap Tools


Seguimi:

Ricerche Internet

Fanpage

Web 2.0 e Scuola

maestroalberto 2.0 maestroalberto.it
Se cerchi notizie sui social, la didattica digitale e il Web 2.0 clicca sul bottone sopra

Pixel Art

Pixel Art

Coding

Coding