Archivio per la tag 'reti-sociali'

Kidz Dream: la mappa dei sogni dei bambini


kidzdream

Kidz Dream è definto dai suoi creatori come un baby social network, ossia una rete sociale per i bambini.

Il suo scopo è offrire una mappa geografica dei sogni dei bambini.

Per ora sono raccolte le testimonianze video dei bambini di una comunità rom di Roma, di una scuola elementare di Napoli, di una di Barcellona e del villaggio di Mbour in Senegal. Ma il desiderio è quello di monitorare in futuro tutti i paesi del mondo.

Le immagini e i filmati, veri propri racconti onirici delle aspettative dei ragazzi, possono essere visti in una mappa interattiva del planisfero terrestre cliccando sui punti caldi disponibili.

KidzDream è un progetto con fini di tipo umanitario ed è patrocinato da Pianoterra e da numerose associazioni ONLUS ed istituti educativi.

Social network per bambini basata su dinosauri animati MyDinos

mydinos

MyDinos è una rete sociale dove i bambini possono interagire giocando.

E’ necessario registrarsi gratuitamente con l’aiuto di un adulto e procedere alla creazione del proprio dinosauro che funzionerà da avatar.

Il nostro personaggio andrà così ad affollare un mondo virtuale detto Pangaea dove compiere le varie attività e i mini giochi dalla valenza educativa a disposizione. Sembra proprio di essere dentro un fumetto o cartone animato.

MyDinos garantisce la sicurezza e gli adulti possono supervisionare ciò che i piccoli fanno.

Il sito (in Inglese) permette di registrarsi gratuitamente ma è in programma anche una versione premium a pagamento.

Via | maestroalberto | web 2.0 scuola nuove tecnologie

Giochi per FaceBook


playfish

PlayFish è una piattaforma gaming per reti sociali, in particolare per FaceBook e MySpace.

Dispone al momento di sei magnifici giochi, alcuni dei quali disponibili anche in Italiano: Bowling Buddies, Geo Challenge, Minigolf Party, Pet Society, Who Has The Biggest Brain?, Word Challenge.

Con essi si può partecipare a veri e propri tornei sfidando i nostri amici o giocare anche da soli.

Basta sceglierne uno e consentire l’accesso alle reti sociali cui siamo già registrati per accedere e cominciare a divertirsi. Vale a dire Yahoo!, Bebo, MySpace e soprattutto FaceBook.

Per il momento quelli che mi hanno intrigato di più e che ho provato nel mio FaceBook sono Geo Challenge, un gioco basato sulla conoscenza della geografia, e Word Callenge, una fantastica sfida a scoprire il maggior numero di parole a partire da una serie di lettere date.

I vari giochi, oltre alla versione gratuita, forniscono anche offerte pro a prezzi davvero accessibili.

Via | maestroalberto | web 2.0 scuola nuove tecnologie


Rete sociale per chi ama i lavoretti fatti a mano: Craft Juice



craftjuice

In Inglese craft indica i lavori artigianali fatti a mano. A me piace tradurlo semplicemente come lavoretti.

Craft Juice è una vera e propria rete sociale per gli appassionati del lavoretti fai da te.

Si va dai papercraft, ossia i lavoretti di carta (i miei preferiti), ai lavori di ricamo, bigiotteria, di legno, cartoline, candele, libri e chi più ne ha più ne metta.

Gli utenti della community possono commentare e votare quelli che piacciono di più e mandarli in homepage. Ai lavoretti corrispondono link ad altre pagine web che li illustrano (Flickr, blog, siti web).

In questo periodo, ovviamente, vanno per la maggiore quelli dedicati al Natale. C’è una biglietto di auguri di carta per esempio e un sottobicchiere con Babbo Natale. Giusto per rendere l’idea…

Addirittura Craft Juice organizza una gara di lavori di Natale dove gli appassionati del genere potranno trovare di certo ispirazione.

I lavori sono suddivisi in categorie, c’è la classifica dei migliori e possono essere ricercati attraverso il motore interno o tramite tag cloud.

Un sito adattissimo per le signore, le famiglie, i creativi, i bambini e gli insegnanti che vogliono produrre qualcosa di originale con le proprie mani.

Via | maestroalberto | web 2.0 scuola nuove tecnologie


Odadeo: rete sociale per genitori



odadeo

Odadeo (in fase beta privata) è una rete sociale che permette ai genitori con attitudini tecnologiche di mantenere i contatti con i loro figli.

Il genitore che si trova fuori casa o al lavoro può essere costantemente informato su quello che il bambino sta facendo dall’altro genitore e dalla baby sitter. Odadeo include infatti un servizio di microblogging alla Twitter.

Il serviuzio consente anche di creare una pagina dedicata al proprio figlio in cui inserire e condividere informazioni, foto e video: una sorta di piccolo blog dedicato.

Coltivato anche l’aspetto sociale: i genitori possono mettersi in contatto tra di loro per condividere esperienze e studiare strategie per mantenere le promesse fatte.

In pratica in Odadeo il babbo risponde alla domanda: “cosa sto facendo per essere un papà migliore”?

Per famiglie high tech che amano il web 2.0!

Via | maestroalberto | web 2.0 scuola nuove tecnologie


TotSpot: condividere la vita dei bambini



totspot

TotSpot è una rete sociale dove i genitori potranno condividere la crescita dei loro figli sin da quando sono bebè.

Si tratta di una sorta di diario dove creare uno spazio con pensieri, storie, liste di giocattoli e oggetti preferiti, eventi, foto e video di bambini da pochi giorni di vita ai 12 anni da condividere online.

I contenuti sono organizzati in ordine cronologico proprio per seguire l’album personale della crescita dei figli dalla nascita (e anche prima) all’adolescenza.

Le pagine personali potranno essere visualizzate solo dagli utenti accreditati dai genitori (amici e familiari).

Insomma uno spazio per condividere esperienze di vita, da costruire e da sfogliare nel tempo.



Seguimi:

Web 2.0 e Scuola

maestroalberto 2.0 maestroalberto.it
Se cerchi notizie sui social, la didattica digitale e il Web 2.0 clicca sul bottone sopra

Pixel Art

Pixel Art

Coding

Coding

Ricerche Internet

Blogroll