Riforma Gelmini: riduzione dell’orario scolastico e del personale docente



maestra

A quanto pare il taglio Gelmini-Tremonti è pronto nei minimi dettagli. Da oggi inizierà ad essere presentato in Commissione Cultura alle parti sociali per poi essere approvato da Camera e Senato. Sarà una settimana decisiva.

Questi i punti principali.

Scuola dell’Infanzia: da 40 ore con 2 insegnanti orario ridotto a 24 ore settimanali e maestra unica. Personale in ruolo in esubero utilizzato per eventuali prolungamenti pomeridiani.

Scuola Primaria: Maestro Unico per 24 ore settimanali. Prolungamenti pomeridiani fino a 27 o 30 ore su richiesta delle famiglie a condizione però che l’organico lo consenta.

Organico che sarà tuttavia stabilito sulla base delle 24 ore. Punto interrogativo sul destino del personale in ruolo in esubero. Idem sul tempo pieno.

Insegnate unico previsto per il momento solamente nelle prime tre classi delle elementari. Fonti sindacali parlano di un taglio di 50.000 cattedre in 5 anni.

Scuola Media Inferiore: riduzione dell’orario settimanale da 32 a 29 ore. Taglio di 10.300 insegnanti secondo le stesse fonti ministeriali. Non si capisce cosa accadrà al personale in esubero e come verrà realizzato il potenziamento annunciato dell’Italiano, della Matematica e dell’inglese.

Scuola Superiorie: 4 ore settimanali in meno. I tagli colpiranno soprattutto gli istituti tecnici e professionali, laboratori inclusi.

Per quanto riguarda la maestra Unica, voi siete favorevoli o contrari alla sua istituzione del nella scuola Primaria? Rispondete al sondaggio.

Oggi il ministro parteciperà allo ScuolaD@y, maratona online organizzata dal Sole 24 Ore sulle novità dell’anno scolastico che sta per iniziare e sulle scelte politiche in materia di scuola.

Via | Repubblica


Post correlati

Puoi lasciare una risposta, oppure fare un trackback dal tuo sito.


66 Risposte a “Riforma Gelmini: riduzione dell’orario scolastico e del personale docente”

  1. Elyno dice:
    Pubblicato giovedì 26 marzo 2009 alle 17:56

    Non c’era bisogno di specificare ,si capiva dallo stile e dall’elenco degli improperi che sei Ery ;mi dispiace veramente che sei piena di livore contro chi osa appena affermare che comunque vadano le cose c’è sempre la professionalità , la buona volontà e soprattutto la serenità che fa affrontare questo lavoro nel migliore dei modi , perché i bambini hanno bisogno soprattutto di questo. Così amareggiata e astiosa ,come fai ad affrontare la mole elencata di lavoro odierno e poter ottenere buoni risultati ? Vuoi che ti elenchi le attività che vengono portate avanti nella mia scuola che tu chiami con evidente spregio minimalista ? Non ne vale la pena ,ti lascio bollire nella tua “conclamata “umiltà ed “efficienza” , data solo da una “precisa normativa” , se manca quella decade tutto !! . Io continuerò a fare la maestrona vagabonda che ruba il lavoro alle maestre che meritano e che non si vergogna di insegnare inglese dopo soli tre anni di studio e che continua a lavorare con passione anche con normative diverse . E’ molto triste concludere un dialogo così , ogni giorno ci diamo da fare coi bambini per spianare rapporti , costruire relazioni costruttive , perché se non ci sono questi canali affettivi non passa niente ;non ci sono “progetti all’ affettività “ che tengano , se poi non siamo noi per primi a dare l’esempio a far respirare quell’ aria di tolleranza ,di collaborazione anche con chi ha un parere diverso dal proprio . Questa è in fondo è la vita . Buona fortuna .

  2. Ery dice:
    Pubblicato venerdì 27 marzo 2009 alle 23:41

    AH elyno sei un personaggio bizzarro e stimolante al punto che mi costringi a risponderti!Perchè la prendi sul personale? Io sono arrabbiata amareggiata sì, ma certo non è colpa tua se la gelmini ha partorito questa legge.Possiamo dialogare serenamente se tu ammetti-come ti chiede anche la pacata ila-che questa legge è confusa lascia vuoti organizzativi e non è sostenuta da studi o teorie .ti rifiuti di ammettere questo e che son stati fatti insulti e dette bugie.Quindi inquini la discussione alla base.Dopo si può parlare di come contenere i danni e organizzarsi.Mi chiami intollerante e non riesci ad avere un minimo di senso critico ma come fai? se non hai paura di far delitto di lesa maestà,cosa te lo impedisce?Perchè questo tono servile verso gente che ci ha offese e ha detto bugie per mesi e questo menefreghismo per colleghe che vanno a casa o perdono classe o ruolo?Tu offendi me personalmente,io un certo atteggiamento di maestrone che vedo in giro felici di tornare a far meno.Non penso che tu sia così.Sono daccordo sul canale affettivo ma con ventisei e più per classe dove ci sarà,da sole,tempo per occuparsi di supportare i disagi dei bimbi fragili?Una scuola ritagliata solo per leggere scrivere e far di conto difficilmente saprà ascoltare:Tu ora dirai che dipende dalla persona e allora chi è la presuntuosa?Io penso di aver bisogno di uno scambio,non mi sento un fenomeno come te,voglio tenere aperti i cassetti degli armadi e interagire perchè ho da imparare.Poi lavoro tanto e non ho fatto l’elenco per dire che invece tu no.Eri tu a snobbare chi ha una laurea e a lamentarti della tua scuola dove sprecano compresenze per i loro comodi.E a non voler vedere che esistono realtà dove le cose funzionano ,certo non solo ma ANCHE per questa organizzazione.Senza sarà più difficile ,anche se ci impegneremo.A te Sarà data la possibilità di dimostrare il tuo impegno e valore.A te:a me invece no solo perchè ho una laurea e pochi anni meno.Ti pare giusto?Saresti daccordo di scegliere le maestrone su altri criteri che non siano la vecchiaia?é ovvio che non è una colpa nè sinonimo di incompetenza ma non può essere vero il contrario.Una mia amica mi dice.-Ma che te ne importa,ma fai quello che ti chiedono ,se è meno meglio,no?Non riesco a fregarmene.Per questo mi credi acida astiosa e intollerante?

  3. Elyno dice:
    Pubblicato sabato 28 marzo 2009 alle 16:40

    Non sono assolutamente un personaggio bizzarro , anche se aperto a tutte le critiche e a tutte le provocazioni ,sia a quelle tue che a quelle che tu definisci “bugie” del decreto , l’ho già detto una volta , non sono umiliata ,perché non mi toccano , non fanno parte del mio DNA. Se le mie considerazioni ti costringono a rispondermi sono contenta , mi fa piacere , esercito questa pratica anche con gli alunni , sempre con buoni risultati . Ammiro veramente la saggia Ila che dimostra di sapersi mettere in gioco e ad accogliere qualsiasi sfida : è quello che una buona maestra deve fare ogni giorno a scuola , perché con i bambini dell’età scolare che abbiamo non c’è niente di certo,di scontato , nessuna cosa è uguale al giorno prima . Noi dobbiamo , non per le leggi , ma per gli alunni , inventare ,organizzarci ,aggiornarci ,rinnovarci sempre , anche dopo anni di esperienza .La realtà “principale con cui andiamo a trattare non sono scartoffie , ma qualcosa di veramente dinamico , in continua evoluzione ( sia in positivo che in negativo ) come lo sono i bambini .
    Non ho senso critico ? E fino ad ora che abbiamo fatto ? Parli di nuovo di “lesa maestà “ e servilismo , mi dispiace ma non riesci a capire che non fanno parte del mio vocabolario … sapessi quante volte sono andata contro i miei stessi interessi per portare avanti le idee a cui credo ! Altro che scuola ritagliata solo a far leggere , scrivere e far di conto ! Non è certo la “burocrazia” che te lo permette o te lo impedisce . Lo dirò fino all’esaurimento ,in questo lavoro conta l’individuo che opera e sa portare avanti e raggiungere gli obiettivi ritenuti giusti, idonei al momento, pochi o tanti che siano .Anzi ti dirò non sono tanto per l’eccessiva quantità che spesso , disperde e frammenta , ma per la qualità ,la struttura basilare che rimane .Ben vengono tutti i progetti , affettività, alimentazione , educazione stradale , ricerca azione e quant’ altro ,ma poi siamo noi ad operare per rendere tutto questo interdisciplinare : posso fare italiano e matematica con un unico progetto senza “secondarizzare” eccessivamente e dividere il tutto in compartimenti stagni , come spesso avviene con plurimi interventi : la formazione e il sapere deve essere unitario e non frammentario .E’ nella scuola secondaria che si comincia la vera “secondarizzazione “, quando ormai gli alunni si presume abbiano intrapreso la capacità di astrazione . Questo non lo dico io ,ma tutti i pedagogisti ,attuali e non ( Bruner , Piaget , Dewy ….) che stanno alla base della nostra teorica formazione , indipendentemente dalle leggi .
    Ho già detto quali sono i punti che non condivido del decreto , ma nessuna legge è stata mai perfetta . Abbiamo imparato a nostre spese , sempre , che qualsiasi normativa , in ogni campo , porta vantaggi ad alcuni e svantaggi ad altri , ma che facciamo azzeriamo il nostro operato e la nostra professionalità ?? Per te , questo decreto non porta vantaggi a nessuno , per me porta poco di nuovo perché anche con le norme in vigore in molte realtà si opera già nel modo oggi richiesto .
    Queste sono le realtà , una diversa dall’altra , poi ognuno tragga le conclusioni che vuole !
    Non sono un fenomeno solo perché affronto la realtà e cerco di operare al meglio , senza affondare in pregiudizi futili e combattere con “ i mulini al vento “.Mi ribatti che non sono umile perché insegno l’inglese solo dopo aver affrontato quasi 680 ore ( no 600) di corso con rispettivi esami ?
    La matematica non è fatta solo di numeri sterili e vuoti , ma è fatta di logica , e prima di offendere , dovevi riflettere ….. le ore suddette non si possono fare in tre mesi come un comune corso , e nemmeno in un anno , ci sono voluti tre lunghi anni ,e non l’ho fatto per rubare lavoro alle laureate , ma solo per me, anche se poi l’ho dovuto insegnare , sai benissimo come avviene nella scuola !!Ma non mi debbo giustificare di ciò , perché la maggioranza delle specialiste lo insegna con la solo preparazione scolastica .E non è una novità che le laureate che insegnano nella scuola primaria, quando possono , fanno il passaggio , ed è giusto così , ognuno è libero di fare le proprie scelte .
    Avrei altre cose da dire ,ma rischio sempre di essere prolissa ….. le dirò ,silenzio permettendo !

  4. Elyno dice:
    Pubblicato domenica 29 marzo 2009 alle 18:14

    Continuo ad analizzare il tuo ultimo post , Ery, più pacato e ragionevole , senza rabbia repressa e stizza verso tutti , te ne faccio merito , così deve essere qualsiasi dialogo tra persone civili che hanno una grande responsabilità : una parte ma basilare formazione di quelli che saranno i cittadini del prossimo futuro . L’impulsività e l’astio non portano da nessuna parte e noi come categoria non possiamo permetterci di trascendere …..anche se incontriamo persone bizzarre ! Grazie Ery ! Mi è rimasta impressa l’immagine dei cassetti ,sono abituata a non trascurare piccoli particolari, per poter capire il tutto .E mi domando chi te lo vieta ? Non ho mai avuto problemi del genere , sono piccinerie del “Medioevo” , non so!? Volevi dire forse che le maestrone stagionate hanno questo pretesa in più , cassetti serrati , chiave della propria aula ? Mi viene quasi da ridere…! Io penso che queste prerogative sciocche e codine non dovrebbero appartenere a nessuno , ma se nel tuo mondo hai incontrato qualche collega di questa risma sicuramente non dipende dall’età. Io sono disposta ad accettare qualsiasi criterio per scegliere ,se veramente ce ne sarà bisogno , ma deve essere un criterio equo per tutti . Dimmi tu qual è questo giusto metro per misurare il merito di diventare prevalente , perché mi sembra questo il problema se non sbaglio , o no ?A tutti sarà data la possibilità di dimostrare il proprio valore , perché questa possibilità se ce l’abbiamo dentro , indipendentemente dal ruolo che andiamo ad occupare non potrà non uscir fuori .Nessuno andrà a casa ,forse c’è da fare qualche sacrificio in più e aspettare ( per quelli fuori ruolo ) ancora un po ‘ , aspettiamo almeno settembre per vedere ,senza mettere il carro davanti ai buoi !!!
    Con simpatia …..

  5. Ery dice:
    Pubblicato domenica 29 marzo 2009 alle 18:22

    stavolta non cadrò nelle tue provocazioni e ignorerò gli insulti pesanti ma “sottili”che lanci per poi scandalizzarti e darmi della maleducata se,più ingenuamente,ti rispondo per le rime.Non capisco perchè ti lasciano indifferente gli insulti di gelmy e brunetta e ti fanno indignare le mie considerazioni generali.Tu almeno hai fatto tre anni di inglese,io ne farò forse 500 ore concentrate ,e non è un’offesa a te dire che non la ritengo una preparazione dignitosa.Sai,tu no ,ma un signore della lega ritiene come me un lavoro di serie b quello della badante,tanto che ha proposto,in commissione cultura,che a farlo siano le maestre non laureate.E la gelmy ha aggiunto che tutte dobbiamo avere una laurea.I tuoi eroi hanno come me pregiudizi sterili!Leggiti gli interventi!Ora,per quanto io ritenga un titolo più qualificante dell’età(ma nè età nè titoli fanno di per sè un bravo docente)NON sono daccordo con questo signore leghista.Non trovo giusto umiliare colleghe con anni di esperienza.Pensa come sono partigiana e arrogante!Tu invece trovi normale e fisiologico che molte colleghe vadano a casa o a fare le badanti.Io non sono daccordo anche se andrebbe a mio vantaggio:non basta essere efficienti ed esperte,esiste anche la solidarietà e l’umanità!Come faccio io a mettermi in gioco’?é consentito solo a te e ad altre.Tu hai capito che non ci sarà nessun raccordo tra me e le colleghe del mattino?Hai idea di cosa vuol dire arrivare alla mensa (noi faremo mense +ore di vigilanza, due in una classe del plesso e due in un’altra dell’istituto-parole del nostro D.D all’interclasse-)e trovare una classe che
    1.non ti riconosce ruolo
    2.tu non conosci bene
    3.esce da ore di impegno e carico cognitivo con una vera maestra- che magari ha uno stile di conduzione diverso dal tuo e non lo deve uniformare più per legge perchè il team non esiste più-che ha tenuto i bimbi “bloccati”?
    Vuol dire 27 cavalli scatenati per tutto il pomeriggio con i quali non sei tenuta a fare niente perchè i progetti e le integrazioni son previste solo per il T.P cioè per le 40 ore.
    E poi due ore qui e due là, cosa fai?noi abbiamo otto plessi distanti tra loro.E tutto ciò senza più poterti confrontare sullo stesso bambino,sentire un’altra sensibilità,un altro punto di vista.Non ci sarà nessun momento formale o informale di raccordo.Di quale sfida parli?parli per te.
    Per quanto riguarda la secondarizzazione tu sai che può essere prerogativa più facilmente di un docente solitario,che presenta le discipline in modo frammentario,magari perchè ne privilegia alcune e non ne padroneggia altre.L’unitarietà non vuol dire presentazione da parte di un unico docente!Proprio perchè costruisco insieme ad altri il processo di apprendimento,pongo attenzione a questo aspetto e sono obbligata a tener conto dell’unitarietà.Ogni settimana calibriamo gli interventi e rendiamo ogni concetto trasversale,ogni contenuto interdisciplinare:Da sola tenderei,senza controllo,a dare la priorità a ciò che amo o mi viene meglio.Ogni settimana ci scambiamo le priorità in quel momento per i singoli “nostri”42 alunni.

  6. Ery dice:
    Pubblicato domenica 29 marzo 2009 alle 18:28

    Ho letto adesso il tuo post dopo aver mandato l’altro.Ti ti ringrazio per il tono più materno con il quale dimostri di aver capito il mio vero stato d’animo che non è certo rabbioso contro di te.Tutt’altro…
    Comunque di maestrone coi cassetti serrati ne ho incontrate eh…tutte a favore del decreto…
    Con sincera simpatia

  7. rosetta dice:
    Pubblicato domenica 29 marzo 2009 alle 21:22

    Dire che nessuno va a casa con 18000 precari che un altr’anno saranno a casa è una vera offesa!E 7000 saranno gli esuberi di ruolo in attesa di essere ricollocati, non si sa come!Magari come vigilanti! Sarebbe una pacchia!Si parla di impiego nel turismo e di altri ministeri.Svegliatevi!Si parla di persone a casa in attesa della chiamata per supplenze!E che ne dite della circolare sui libri di testo che lascerà per cinque anni in orizzontale lo stesso testo ergo sceglieranno sempre le stesse e alcune di noi MAI ?

  8. Elyno dice:
    Pubblicato lunedì 30 marzo 2009 alle 16:08

    Rispondo a tutte e due ,Rosetta ed Ery , che lavorate ,da come ho capito , nella stessa scuola e vi siete coalizzate per venire all’attacco !!
    Avete messo altra carne a cuocere , come se non bastasse quella già cotta e spesso bruciata….. ma io sono abituata ad analizzare un punto per volta ,solo così si può fare chiarezza, se veramente si vuole vedere chiaro , perché c’è anche chi nella confusione ci sguazza . Dagli spunti nuovi che mi avete dato mi sono convinta ancor di più che alla base ci sia,in buona parte, una avversione ideologico-politica … convenitene almeno , ho sempre apprezzato la sincerità .
    Vi posso assicurare che i miei eroi sono di ben altra stoffa !! E se un signore leghista vi offende , non prendetevela con me : dalle mie parti non conosco leghisti perché non c’è questo partito , tuttavia lo riconosco costituzionalmente tale perché e stato votato e legalmente autorizzato a governare per espletare il volere della maggioranza dei cittadini , non è così che funziona in una democrazia ? Non è questa certo la sede per parlare di ciò . Non conosco nessun lavoro di serie B perché tutti i lavori in quanto tali sono dignitosi se fatti bene nella legalità . Ripeto che nessuno va a casa , del personale di ruolo , quelli che dite precari lo sono oggi con la legge vigente e lo saranno ancora … speriamo per poco ….. conosco bene la solidarietà e l’umanità senza cadere nel buonismo a tutti costi , strumentalizzando . Quello che voi (credo ambedue ) ritenete avverrà il prossimo anno è stato illustrato in maniera caotica e poco precisa da dimostrare che non avete idee chiare , oppure troppo alterate dalla vostra stessa contrarietà . Le mie colleghe del TP sono alquanto tranquille perché il sindacato le ha rassicurate che questa organizzazione rimarrà sostanzialmente la stessa, è nel modulo che si verificherà il cambiamento. Bisogna credere o no, ai sindacati ? Io ho già espresso la mia idea più volte su ciò , ma basta aspettare settembre e si vedrà.
    Che un docente ,che tu Ery , chiami ironicamente, a tutti i costi “solitario” ed errante , aggiungo io, possa secondarizzare, è lontano da ogni tipo di logica e concezione scientifico –pedagogica ,questa caratteristica è sempre stata prerogativa e peculiarità della scuola secondaria e tale è rimasta senza mettere in ballo quello che di più o di meno piace da creare priorità ingiustificate, e proprio perché ingiustificate non c’è maestro “UNO O TRINO” che tenga .Scusami ,non si può parlare e dare colpa di qualcosa a qualcuno se già inizi con il piede sbagliato . Ho visto che avete da ridire anche sulla scelta dei libri ,( io ritengo una questione alquanto secondaria ) non è forse chiaro che la scelta viene fatta collegialmente , tutti sono chiamati a scegliere ,nessuno escluso ??
    Cara Ery, ho fatto un sondaggio veloce , sull’argomento a me poco noto , “cassetti chiusi ,cassetti aperti “… ed ho rilevato che tutte le colleghe con i cassetti e gli armadi chiusi con il LUCCHETTO sono ,guarda caso , detrattori della legge !! Come la mettiamo ?E’ questo un criterio giusto per giudicare ? Dobbiamo essere tutti un po’ più obiettivi , compresa io , naturalmente.. !
    Cara Rosetta , l’esortazione “ svegliatevi “, non mi è nuova , di solito viene usata da chi non ha argomenti convincenti da contrapporre ,o da chi vuole convincere sé stesso che è sveglio .
    Alla prossima con simpatia ….

  9. ery dice:
    Pubblicato domenica 5 aprile 2009 alle 22:54

    elyno io non ho idea di chi sia rosetta.La Rosetta della mia scuola non può essere la “nostra Rosetta”.Quindi non sono coalizzata con nessuno.Mi fa piacere che hai trovato anche nella tua realtà cassetti chiusi.Nella mia scuola sono poche ma tutte contente di queste novità.Ogni realtà sarà diversa..sono stata in ospedale e rientrata il giorno dopo le dimissioni.Sono stanca.Mi dispiace doverti ripetere che le tue colleghe non sono informate.La contitolarità non ci sarà più e una soltanto sarà l’insegnante della mattina e di tutte le materie.é ovvio che le perdenti posto non andranno a casa nel senso di licenziate ma perderanno la loro classe e saranno collocate in altre attività ,che lo stesso governo ritiene di serie b poichè proponeva di farle fare alle non laureate.Non ho nessun amore per i sindacati e nemmeno per l’opposizione tanto che liberamente ho criticato altre riforme .Pensare anche alle altre colleghe e dispiacersi per ciò che non ci tocca direttamente non è buonismo,è la base del processo di identificazione :meccanismo necessario per una convivenza civile e non barbara.é inutile andare in chiesa e poi non applicare nella propria realtà quotidiana principi con i quali ci riempiamo la bocca.E te lo dice una che in chiesa non ci va ma crede nella solidarietà e nella parità di diritti.Spero di non essere ricoverata di nuovo e di poterti sentire a settembre per fare il punto.Auguri

  10. rosetta dice:
    Pubblicato domenica 5 aprile 2009 alle 23:02

    Ma collegialmente da chi se si parla di una commissione?Con Chi lavoro io?Mia cara spero di non dover più avere a che fare con gente così offensiva e così all’oscuro delle leggi e dei nuovi criteri ,peraltro tragicamente chiari.E che convinzione poi!Leggiti un po’ di documenti:io ti dico addio,ma un addio vero,non finto ,ridicolo come quello di ery ,che non so chi sia, ma mi pare abbia tempo libero da sprecare.

  11. Elyno dice:
    Pubblicato lunedì 6 aprile 2009 alle 12:52

    La mia, a questo punto , erronea considerazione che mi ha fatto scambiare “Rosetta”come collega di Ery , è scaturita dal post del 26 marzo inviatomi dalla stessa Ery .
    Cara Rosetta se lo leggi ti accorgerai ,che anche tu avresti tratto quella conclusione : se non è così mi scuso con ambedue !
    A questo punto non c’è niente da spiegare ancora .
    Rosetta ,io può darsi che offendo cercando di portare avanti le mie convinzioni , ma tu non ci vai molto leggera , da come mi rispondi , sembra che la mia scuola sia del terzo mondo, all’oscuro di tutto ! Ti assicuro che non è così …. Sarà per quel ”tragicamente chiari “ , si vede che nella vita sei abituata a dormire sugli allori , per usare questo termine per una questione come questa , anche se seria .
    Non è ridicola Ery ,nello sprecare il suo tempo , ma è ridicolo il tuo modo di dire addio !
    Tanti auguri a tutti e Buona Pasqua di cuore .

  12. Elyno dice:
    Pubblicato lunedì 6 aprile 2009 alle 14:16

    Ah ,dimenticavo ,…. se il lavoro che tu Ery, chiami di serie B , il governo ha detto( io non l’ho letto da nessuna parte , ma posso sbagliarmi ..) che lo fa fare ai non laureati , non ti devi preoccupare tu, che hai una laurea , ma mi devo preoccupare io, che non sono laureata :vuol dire che rifarò quello che una volta si chiamava dopo scuola ,l’ho fatto per due anni e sono stata benissimo ,………..che problema c’è ,forse ci perdo di importanza di fronte ai genitori ? Non soffro di queste insicurezze. Lo dico sinceramente , con convinzione , non per fare dell’ironia .
    Buona guarigione e felice Pasqua !

  13. ery dice:
    Pubblicato giovedì 9 aprile 2009 alle 15:05

    Io mi preoccupo anche se le cose dovessero mettersi a mio vantaggio.La superficialità e il menefreghismo con cui sono state accolte le novità gelminiane’nascevano proprio dall’idea che tanto sarebbe toccato ad altri…..e..in fondo qualcuno che ci rimette c’è sempre e poi mica si può fare i buonisti su tutto,i poveri ci sono sempre stati e le disgrazie toccano agli alyri mica si può avvilirsi per tutto…E avanti così finchè non tocca a noi subire un torto e non ci sarà nessuno a difenderci.Buona Pasqua e alla prossima con simpatia

  14. silvia dice:
    Pubblicato mercoledì 14 aprile 2010 alle 10:26

    cara signora gelmini a me andrebbe anche bene far fare solo 24 ore di scuola alle mie bimbe, basta che lei però mi paghi quei 700 € di mutuo ogni mese visto che dovrei stare a casa io non avendo la possibilità dei nonni o che mi paghi lei la baby sitter (che si aggira sempre intorno a quella cifra) ed io possa continuare a lavorare.
    E’ troppo facile pensare solo per chi ha le possibilità finanziarie. Sua figlia di certo quando andrà alle elementari e farà 24 non avrà problemi, la mamma ha la possibilità di pagarsi una baby sitter che la curi…..IO NO. come facciamo tenga conto delle persone normali nonchè mamme e di quante difficoltà dovrebbero affrontare prima di fare certe leggi

  15. anna dice:
    Pubblicato mercoledì 4 agosto 2010 alle 17:24

    che falsita dire migliorare la scuola se poi diminuiscono le ore !!!!! … gelmini torna a casa

  16. Elyno dice:
    Pubblicato martedì 18 gennaio 2011 alle 17:12

    Dopo 2 anni da questi sondaggi ,vorrei tanto sentire le colleghe ,Ery, Rosetta, ila e altre con le quali ho molto discusso su questa legge ……io sono della stessa identica opinioone ,anche perchè continuo a lavorare come sempre ho lavorato ..

Lascia un commento




Il tuo commento: