Archivio per la tag 'Bambini'

Rassegna stampa 19 novembre 2006

  • Fioroni, oltre 300 mln per sicurezza in zone a rischio sismico.
    Roma, 17 novovembre – Il Cipe, Comitato interministeriale per la programmazione economica, ha approvato, su proposta del Ministro della Pubblica Istruzione di concerto col Ministro delle Infrastrutture, un apposito piano di interventi edilizi diretti alla messa in sicurezza delle scuole situate nelle zone a rischio sismico. [Adnkronos]
  • Fioroni, bisogna umanizzare istituti.
    Fiesole, 18 novembre – Di fronte ad episodi come quello del video di Torino ”è possibile che un intero istituto non abbia visto o sentito? C’è una forma di assuefazione”. Il ministro della Pubblica istruzione, Giuseppe Fioroni, a Fiesole parla così degli episodi di violenza nelle scuole e osserva che occorre ”avere capacità di iniziativa per difendere la crescita dei ragazzi. Le situazioni di disagio che vivono alcuni ragazzi hanno bisogno di un approccio diverso. Dobbiamo sforzarci di umanizzare la scuola”. [Adnkronos]
  • Violenze e bullismo a scuola – La Rete invasa da video-choc
    Minori e violenze [Corriere.it]
  • Le punizioni nella scuola italiana
    Ancora una volta la scuola italiana è finita nell’occhio del ciclone fagocitata dalla violenza mass-mediale la quale non ha perso tempo ed occasione per buttarla, con una serie incommensurabile di inesattezze, sulle prime pagine dei quotidiani nazionali, nelle copertine di apertura dei radio e telegiornali. [Tecnica della Scuola]
  • Video-storie di ordinario bullismo
    Vandalismi, angherie, docenti impotenti. Tutto rigorosamente filmato. [Repubblica.it]
  • Cara Repubblica (anche tu) non capisci un YouTubo
    [Tela 2.0]

  • Bullismo a scuola, la Rete si ribella – E scompare il video del pistolero

    E’ dibattito in Internet sui filmati che rilanciano il teppismo. Cancellate su Youtube le immagini dello studente con pistola. [Repubblica.it]
  • In Italia il 17% dei minori è povero
    Le regioni con più casi sono Sicilia, Campania e Calabria [Corriere.it]
  • Minori: vivono in cyber-comitive e sono sempre connessi
    News [Mytech]

Programmi per bambini fatti da un papà

Fiodor’s è il sito di “un infermiere di un pronto soccorso cittadino che, quando torna a casa cerca di imparare ad usare il computer per qualcosa di più che una partita al campo minato”.

Questo simpatico papà crea software di libero utilizzo per bambini piccoli. Lui dice di non essere un programmatore e che i suoi programmini sono banali, ma che piacciono a lui e ai suoi figli. Io sinceramente li trovo semplici ed interessanti.

Ci sono programmi per imparare a leggere e scrivere le prime parole osservando delle immagini, per contare (abaco, tavola pitagorica, teorema di Pitagora) e altri simpatici softwares tra cui potete provare quello per il riconoscimento dei colori (scarica 235 kb).

Simpaticissima la tabella del mattino, una specie di pro memoria per ricordare ai nostri piccoli le mansioni da fare la mattina prima di andare a scuola.

Ce ne fossero di padri come questo che, oltre a lavorare e a creare cose utili per i figli e assieme a loro, coltiva la sana voglia di mettersi all prova!

Divertiti disegnando sopra il sito!

Clicca su questo pulsante (che trovi anche sulla barra laterale della homepage), attendi un attimo che si carichi l’applicazione e divertiti a disegnare sul sito! Si aprirà un set di semplici strumenti di disegno, molto intuitivi, che ti consentiranno di trascorrere un momento di svago creativo.

Buon divertimento!

Giochi per futuri ingegneri ed architetti: le vecchie care costruzioni in formato digitale

Non è mai troppo tardi per cominciare a fare le costruzioni, soprattutto se si tratta dei mattoncini di un quasi-LEGO a portata di mano con pochi clic… Ecco la realizzazione del sogno di tanti costruttori appassionati dei colorati pupazzetti e mattoncini, che limitati dal numero dei pezzi a disposizione finalmente hanno a disposizione, grazie a BlockCad, infiniti pezzi di tutti i colori, per non parlare di tutti quei pezzetti rari e poco comuni…

Il tutto all’interno di una interfaccia abbastanza intuitiva, a detta dei creatori del programma “a prova di bambino”. I pezzi si aggiungono, si colorano e si girano in punta di mouse, in pochi minuti già si possono creare semplici costruzioni. Uno sguardo ai numerosi file d’esempio contenuti nel programma permette di comprendere però quanto più ampie siano le potenzialità, e questo può generare un po’ di frustrazione… mentre si incolonna con tanta pazienza una tegola rossa sulla finestrella a destra!

Il file da scaricare (in inglese) è molto leggero, neanche un Mb. Da provare anche il “fratellino”, anc’esso gratuito, AnkerCAD.

Meno immediato ma graficamente più accattivante e Lego Digital Designer,il software gratuito ufficiale della linea factory che Lego mette a disposizione deglii appassionati dei famosi mattoncini per costruzioni giocattolo.

Lego Digital Designer mette a disposizione uno spazio tridimensionale in cui disporre i mattoncini provenienti da differenti “set” (meglio permettere l’accesso ad internet al programma per non avere limitazioni in questo senso), come quelli dedicati alle classiche casette, oppure altri definiti adatti ai “robot” oppure agli animali e così via.

Naturalmente gli “oggetti” sono tutti pezzi rigorosamente esistenti nei set originali Lego, ed infatti, una volta terminata la propria creazione è possibile ottenere un “elenco di istruzioni passo passo” su schermo per costruire il capolavoro, oppure ancora ordinare i “pezzi” veri alla Lego via internet, corredati da confezione personalizzabile, come anche condividere il frutto della propria creatività con tutti gli altri appassionati, direttamente nelle gallery della Lego.

Una interfaccia apparentemente molto semplice fornisce istruzioni (in inglese) mentre viene utilizzata: è possibile avere un certo controllo sulla visuale (rotazioni di camera, zoom e così via) e sui pezzi stessi (disposizione nello spazio, rotazione, colorazione) per sentirsi dei novelli architetti delle costruzioni

Il download è sui 10 Mb e il software richiede risorse generalmente disponibili su macchine abbastanza recenti per questo… gioco da ragazzi!

Via Punto Informatico. Links delle recensioni originali che ho ripreso quasi integralmente: BlockCad, Lego Digital Designer.

Apprendere l’inglese giocando

Starfall é un bellissimo sito per genitori, insegnanti e bambini creato appositamente per facilitare l’apprendimento divertente dell’ Inglese, con largo uso di audio, video e animazioni.

Il sito Web é suddiviso in quattro sezioni:

ABC’s, un abecedario animato per apprendere la relazione lettera-suono con una intuitiva navigazione tra le lettere, la lettera A.

Learn to Read, una introduzione alle parole con giochi e filmati divertenti.

It’s Fun to Read, una sezione intermedia per iniziare a comporre frasi in vari contesti come ad esempio All About Me!.

I’am Reading!, una intera biblioteca con decine di libri illustrati e animati su vari argomenti come The Dog and His Bone.

Post ripreso integralmente da AB Techno Blog

Maestro Alberto sostiene questa iniziativa

comics

Nel sostenere questa iniziativa, vi invito anche a navigare nel sito di fumetti Comicomix.

Link: Associazione Italiana Per La Lotta al Neuroblastoma

Via Midisegni


Seguimi:

Web 2.0 e Scuola

maestroalberto 2.0 maestroalberto.it
Se cerchi notizie sui social, la didattica digitale e il Web 2.0 clicca sul bottone sopra

Fanpage

Pixel Art

Pixel Art

Coding

Coding

Ricerche Internet

Blogroll