Archivio per la categoria 'Materiali Didattici'

Un calendario magico (e altri strumenti)

Calendar Magic è una piccola applicazione gratuita per Windows che contiene un sacco di strumenti sulla misurazione del tempo e sull’uso dei vari calendari del mondo (non solo il nostro, quello Gregoriano). Sebbene in lingua inglese il software presenta un interfaccia semplice e facile da usare attraverso comodi bottoni.

Il “Calendario Magico” assomma caratteristiche educative, di utilità giornaliera e anche di puro svago. Può essere impostato con la località della propria residenza e con l’orario in vigore. Contiene un orologio, un’agenda per segnare note ed appunti, una serie di strumenti scientifici e matematici di calcolo anche complesso, la possibilità di misurare le distanze chilometriche tra 2 località date, un convertitore di unità di misura…

La parte più divertente, tuttavia, è quella che rigurda l’analisi del tempo. Gli strumenti sono ricchissimi, ne cito alcuni: comparazione tra i diversi calendari in uso nel modo, feste religiose, eventi dei vari Paesi, i giorni trascorsi tra due date precise…

Il mio preferito è lo strumento che racconta la propria vita: segni zodiacali, bioritmi, anno di nascita nei vari calendari mondiali, numero dei giorni vissuti…

Ho scoperto, tra le varie cose, di essere nato di lunedì, di aver vissuto ad oggi 16164 giorni, che ne avrò vissuti 20000 il 23 maggio 2017, che il mio prossimo compleanno cadrà di lunedì, che sono nato sotto l’anno cinese della Tigre e che il mio segno zodiacale è il Leone… Divertentissimo!

Scarica Calendar Magic, versione 16.4 (archivio zip, 2,33 mb)

Programmi per bambini fatti da un papà

Fiodor’s è il sito di “un infermiere di un pronto soccorso cittadino che, quando torna a casa cerca di imparare ad usare il computer per qualcosa di più che una partita al campo minato”.

Questo simpatico papà crea software di libero utilizzo per bambini piccoli. Lui dice di non essere un programmatore e che i suoi programmini sono banali, ma che piacciono a lui e ai suoi figli. Io sinceramente li trovo semplici ed interessanti.

Ci sono programmi per imparare a leggere e scrivere le prime parole osservando delle immagini, per contare (abaco, tavola pitagorica, teorema di Pitagora) e altri simpatici softwares tra cui potete provare quello per il riconoscimento dei colori (scarica 235 kb).

Simpaticissima la tabella del mattino, una specie di pro memoria per ricordare ai nostri piccoli le mansioni da fare la mattina prima di andare a scuola.

Ce ne fossero di padri come questo che, oltre a lavorare e a creare cose utili per i figli e assieme a loro, coltiva la sana voglia di mettersi all prova!

La proposta di UNICEF alle scuole per l’anno scolastico in corso: “Verso una scuola amica”

unicef

Per l’anno scolastico 2006-2007 l’UNICEF propone un attento lavoro di riflessione e di analisi sul tema dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, stabiliti dalla Convenzione Internazionale sui diritti dell’infanzia.

L’idea ispiratrice del programma “Verso una scuola amica” trae origine dall’idea di promuovere l’attuazione della Convenzione nella scuola e sul territorio, ambiti in cui il rispetto dei loro diritti ha il maggiore rilievo per la vita delle bambine e dei bambini.

La scuola, per il suo fondamentale ruolo educativo e formativo, è da sempre stato per l’UNICEF un interlocutore privilegiato, un luogo in cui aprire spazi di riflessione sul tema dei diritti ma soprattutto creare i presupposti educativi affinché i bambini e i ragazzi possano viverli e condividerli.

Una “Scuola amica” è una scuola in cui i bambini e i ragazzi possono vivere e sperimentare quotidianamente i loro diritti sanciti dalla Convenzione, e dove la loro applicazione possa essere oggetto di valutazione.

Il primo passo verso la realizzazione di una Scuola amica è certamente un’analisi dei diritti meno vissuti e garantiti a bambini e adolescenti: l’individuazione, cioè, del diritto mancante all’interno della vita scolastica. Nel file pdf al termine di questa pagina proponiamo una attività di laboratorio sul tema del “diritto mancante”, che potete liberamente utilizzare in aula.

La partecipazione dei bambini e dei ragazzi è una condizione imprescindibile per intraprendere un autentico viaggio di analisi nel complesso panorama dei diritti e per facilitare un’effettiva relazione di scambio tra la scuola e la società circostante.

I materiali informativi, didattici e audiovisivi, presentati nella nuova proposta educativa dell’UNICEF per le scuole, sono funzionali per facilitare tale attività.

La proposta presenta inoltre una gioco dal titolo “I linguaggi dei diritti”, che ha l’obiettivo di mettere i ragazzi in condizione di trattare il tema dei diritti attraverso una pluralità di linguaggi: sport, cinema, gioco, letteratura, musica, cartoni animati, teatro, viaggio, fiabe e disegno.

Sono molti i materiali che l’UNICEF propone per ognuno di questi linguaggi. Scopriteli richiedendoci, se non l’avete già ricevuta, la proposta “Idee e Materiali per l’anno scolastico 2006-2007”.

Laboratorio didattico “Diamante” (pdf 26 KB)

Link originale del sitito UNICEF

Eserciziario online su tutte le materie

Semplici esercizi su tutte le discipline da svolgere online sul sito di eMmeGIWeb.
Da provare.

Il software didattico di Ivana Sacchi

Ivana.it

I programmi didattici di Ivana Sacchi, una ex insegnante elementare, programmatrice e formatrice scolastica, sono il punto di partenza per chi si vuole avvicinare a questa pratica.

Nel suo sito si può trovare “software didattico liberamente scaricabile, destinato soprattutto agli alunni di scuola elementare”.

I programmi sono suddivisi per disciplina (Lingua, Matematica, Logica, Antropologia, Geografia, Inglese, Vari) e per caratteristiche particolari (Software utilizzabile con la tastiera HelpiKeys, Progetto Logos). Vi si trovano anche molti softwares di altri programmatori e collaboratori di Ivana.

Sono tutti liberamente scaricabili ed utilizzabili seguendo alcune semplici indicazioni (soprattutto se non si dispone di Windows Xp). Tuttavia, in considerazione della ricchissima offerta di materiali, è consigliabile acquistare il cd pronto all’uso che contiene tutti i programmi presenti nel sito in formato eseguibile, relativi a tutte le aree.

All’inserimento del disco nel computer ci troviamo davanti ad una interfaccia semplice e chiara, un menù che organizza i materiali per disciplina. Questo consente una navigazione più agevole al bambino utilizzatore e anche al docente che vuol proporlo a scuola.

Ivana offre altri contenuti didattici: il software per la costruzione di figure della geometria piana Declic; materiale operativo (schede); la sezione idee per… (materiali laboratoriali), contenuti accessibili per alunni in difficoltà e in lingua straniera (albanese e spagnolo).

Insomma un ventaglio ricco e variegato di offerte, spesso anche divertenti e affrontate con un approccio ludico. Ho usato e continuo ad usare il software della maestra Ivana con molta soddisfazione e lo consiglio ai colleghi e ai genitori che credono nell’informatica come strumento per l’integrazione e l’approfondimento delle materie scolastiche.

Una miniera inesauribile in continuo aggiornamento. Da non perdere.

Risorse e materiali didattici: Tecnologie Educative

Molte persone arrivano su questo sito alla ricerca di schede e materiali didattici. Lo vedo dai numerosi strumenti che monitorano le statistiche e le ricerche dei visitatori.

Ho segnalato anche in passato risorse, schede e materiali didattici. Con questo post comincio ad indicare in modo più diretto i siti dove questo tipo di risorsa è disponibile alla consultazione e per il download.

Su Tecnologie Educative, per esempio, si trova una vasta raccolta di articoli, libri, softwares, materiali didattici, riguardanti l’informatica, la didattica, la formazione e l’educazione in generale.

Ci sono Unità Didattiche, Progetti Didattici, Schede di Valutazione, aree POF, Educazione degli Adulti e Alunni Stranieri. I materiali sono una vera manna per gli insegnanti che affrontano la professione con un minimo di approccio tecnologico.

Tutte le risorse riguardano la fascia della scuola dell’infanzia, elementare e media. Sono documenti di testo, presentazioni in Power Point, archivi compressi di intere cartelle di files. Vi si trova un po’ di tutto e per tutte le dicipline.

Ma da chi sono stati prodotti? Sono materiali ottenuti dagli insegnanti che hanno partecipato ai corsi di Intel® Teach to the Future, il cui scopo è quello di implementare l’uso della tecnologia nelle classi dei docenti.

Da consultarte anche l’Indice delle Unità Didattiche, suddivise per classe e per materia, da usare a scuola adattandole alle esigenze personali.

Per chiarezza riporto di nuovo i due links principali:


Seguimi:

Web 2.0 e Scuola

maestroalberto 2.0 maestroalberto.it
Se cerchi notizie sui social, la didattica digitale e il Web 2.0 clicca sul bottone sopra

Fanpage

Pixel Art

Pixel Art

Coding

Coding

Ricerche Internet

Blogroll