Archivio per la categoria 'Informatica'

Programma gratuito per catturare schermate: PicPick



picpick

Il miglior software commerciale per creare screenshot è sicuramente Snagit. Per catturare schermate uso da una vita due programmi un tempo gratuiti: WinSnap e Fastone Capture.

Il primo però purtroppo non è più freeware (per fortuna io ne conservo una vecchia versione gratuita qui), mentre il secondo è diventato shareware, vale a dire che funziona per 30 giorni e poi è necessario acquistare la licenza.

Fortunatamente arriva PicPick, un software gratuito cattura schermate in grado di sostituirli egregiamente.

Il programma fornisce le funzioni tipiche degli screen capture, in particolare le scorciatoie di tastiera per Windows e varie modalità di cattura (schermo intero, finestra, libera e altro).

Integra un ottimo editor per modificare le immagini catturate con effetti speciali, per disegnare in modo da usarle magari per i post del nostro blog. In particolare è molto comodo il tool per ridimensionare le immagini con precisione al pixel.

E’ possibile lavorare con più immagini contemporaneamente ed è molto semplice da usare anche se ancora non dispone di una traduzione in Italiano.

PicPick, inoltre, è un software portatile che non richiede installazione.

Via | maestroalberto | web 2.0 scuola nuove tecnologie


Modificare video online con effetti speciali



brushvideo

BrushVideo è un editor che permette di aggiungere effetti speciali, animazioni e mixare video online.

Si carica un video e si inizia a trasformarlo. E’ possibile inserire audio, immagini, scritte, watermark, dipingere sopra i fotogrammi, aggiungere una registrazione presa con la nostra webcam e, infine, caricare il filmato ottenuto direttamente in YouTube.

Supporta l’upload di video grandi fino a 100 mb e lunghi massimo 5 minuti. E’ possibile indicare anche video già online specificandone l’URL.

L’editor con cui operare è molto semplice ed intuitivo e non richiede conoscenze particolari e specifiche.

Via | maestroalberto | web 2.0 scuola nuove tecnologie


Registrare, salvare e condividere screencast online: ScreenToaster



screentoaster

ScreenToaster è un’applicazione gratuita che permette di registrare screencast via web compatibile con Windows, Mac OS X e Linux.

Esistono anche molti software professionali per produrre screencast (Camtasia Studio, per esempio è il più famoso), ma ce ne sono anche di gratuiti, come Windows Media Encoder, CamStudio , Wink, oRipa e tanti altri per le più disparate piattaforme ed esigenze.

Sebbene via web, ScreenToaster è un servizio funzionale, semplice da usare che consente di salvare automaticamente il video in Flash della registrazione e (particolare da non trascurare) di condividerlo via email o tramite codice embed attraverso il quale inserirlo in una pagina web come se fosse un filmato di YouTube.

C’è bisogno solamente di Java installato.

In sostanza l’applicazione permette di realizzare uno screencast direttamente online da qualsiasi postazione, senza necessità di installare alcun software se non l’applet Java (ammesso di non averlo già).

Non c’è bisogno di sottolineare le notevoli possibilità che software ed applicazioni di questo genere consentono anche in campo didattico-educativo.

Applicazioni simili Screencast-O-Matic.

Via | maestroalberto | web 2.0 scuola nuove tecnologie


Convertire i documenti .docx (Word 2007) in .doc



docx

Come si sa il formato di default per Word 2007 è .docx e chi possiede versioni predenti del famoso programma di scrittura si trova ormai spesso a dover convertire da .docx a .doc per aprire il documento.

Per convertire un file online basta accedere a Zamzar, scegliere il documento .docx dal proprio hard disk, caricarlo e selezionare come formato di uscita .doc (lo fa in automatico), inserire infine il proprio indirizzo email e attendere di ricevere il documento per posta elettronica da scaricare con un apposito link.

In alternativa si può sempre usare Docx Converter.

Via | maestroalberto | web 2.0 scuola nuove tecnologie


TeachToday: aiuta gli insegnanti a far usare internet ai ragazzi



TeachToday

TeachToday si propone di aiutare bambini e ragazzi ad un approccio consapevole alle nuove tecnologie della comunicazione e di fornire loro la conoscenza e le capacità necessarie per essere membri responsabili della comunità online.

Il progetto si presenta bene on le loro parole:

Le possibilità delle tecnologie della comunicazione interattiva (TIC) stanno continuando ad evolvere velocemente, accompagnate da un accesso più facile alla banda larga e dalla disponibilità di dispositivi che offrono opportunità per la comunicazione, la creazione di contenuti, l’intrattenimento, l’educazione e l’interazione con altri utenti.

Collaborando insieme scuole, governo, imprese, agenzie per il rispetto della legge, istituzioni benefiche per bambini hanno contribuito a creare un ambiente più sicuro per bambini e giovani. Tutto ciò permette alla tecnologia di svolgere un ruolo posotivo, produttivo e creativo nelle attività, lo sviluppo e la partecipazione sociale di bambini e ragazzi.

Teach Today è stato ideato per voi dai provider di social networking, di telefonia mobile e di internet in Europa, e in collaborazione con European Schoolnet, per aiutare le scuole a:

  • comprendere le nuove tecnologie connesse alla telefonia mobile e a internet, incluso il social networking;
  • sapere come muoversi in tale contesto e trovare le risorse per sostenere un insegnamento positivo, responsabile e sicuro delle TIC.

Le risorse di Teach Today includono:

  • formazioni aggiornate sulle ultime tendenze;
  • consigli e soluzioni pratici per gestire l’uso delle TIC;
  • esempi di politiche utili proposte di lezioni e idee per l’insegnamento.

Già disponibile in Inglese, Italiano, Ceco, Francese, Tedesco Olandese e Spagnolo, TeachToday fornisce programmi per lezioni, guide, glossari, approfondimenti sulle tematiche più attuali (bullismo, privacy, sicurezza personale, benessere, salute e via dicendo), ricerche, informazioni per stare al passo con i cambiamenti nel mondo delle nuove tecnologie.

Imprescindibile per scuole ed insegnanti.

Tratto da: maestroalberto, web 2.0, scuola, nuove tecnologie


Tenere i bambini lontano dal computer: un assurdità



no computer

Leggo su Il doposcuola alcune interessantissime considerazioni per chi vuol tenere i bambini lontano dall’informatica.

Tenere i bambini lontani dall’informatica è una scelta molto impegnativa, ecco allora un possibile decalogo per gli adulti che vogliono fanciulli “unplugghed”:

  1. Evitare la metropolitana di Torino (è comandata da un computer)
  2. Non usare automobili Euro 1,2,3,4,5 (per non inquinare i moderni motori sono controllati da un computer – chiamato “centralina”)
  3. Non usare automobili con ESP e ABS (la frenata e la sbandata sono controllate da un computer che non si vede ma ci salva la vita)
  4. Non usare imbarcazioni più grosse di un gommone (anche le barche a vela hanno sistemi informatici di navigazione satellitare sofisticatissimi)
  5. Non usare i navigatori satellitari ed il TelePass
  6. Niente TV digitale terrestre e satellitare, niente DVD e niente alte definizione (è tutto “digitale” e compresso con algoritmo informatico)
  7. Niente telefonini, Gameboy, Playstation e Xbox
  8. Niente iPod, Mp3, CD e radio (i dischi sono incisi e trasmessi in digitale)
  9. Niente lavatrice, frigorifero e forni a microonde con display e pulsantini (ammessi solo quelli con le manopole)
  10. Niente acquisti on-line, carta di credito e bancomat in presenza di bambini

Condivido totalmente l’intelligente provocazione di Dario Zucchini: fortunatamente i “nativi digitali”, indipendentemente dai consigli degli adulti, sapranno benissimo come cavarsela da grandi.



Seguimi:

Web 2.0 e Scuola

maestroalberto 2.0 maestroalberto.it
Se cerchi notizie sui social, la didattica digitale e il Web 2.0 clicca sul bottone sopra

Pixel Art

Pixel Art

Coding

Coding

Ricerche Internet