Archivio per Ottobre, 2008

Tantissime icone per uso educativo scolastico



Education Icons

Ecco una ricchissima collezione di icone gratuite per uso educativo e scolastico.

Il pack contiene anche molti elementi diversificati non propriamente affini al mondo della scuola.

Si tratta di 120 immagini vettoriali in formato AI (Adobe Illustrator) disponibili in preview anche in JPG.

Scarica | Education Icons (67.45 Mb)

Via | maestroalberto | web 2.0 scuola nuove tecnologie


Giochi per ragazze e bambine



giochiperragazze

Come si capisce dal nome Giochi Per Ragazze è un sito tutto al femminile che contiene un sacco di giochi per ragazze e bambine.

I giochi sonno suddivisi per categorie: di Ristoranti, di Cucina, di Decorazione, di Trucco, per Pettinare, per Disegnare, di Baby Sitter, da Colorare, di Musica, d’Amore, di Animali, Manicure e Pedicure, di Comprare, di Bambole, di Bellezza.

I giochi gratuiti sono da svolgersi online e sono disponibili i codici per inserirli in una pagina web personale. Peccato che quasi tutti sono di origine giapponese e qualche volta non si capisce come giocare.

Si può votare quelli che piacciono di più e da registrate invitare amiche.

Insomma, c’è davvero l’imbarazzo della scelta.

Simpatico il travestimento per la festa di Halloween.


Programma gratuito per unire presentazioni PowerPoint



powerpointjoin

Powerpoint Join è un programma gratuito sviluppato con Google Code che è in grado di unire file PowerPoint.

Se abbiamo varie presentazioni e desideriamo riunirle in un unico file questa utility fa al caso nostro.

L’applicazione è semplicissima da usare, basta creare un documento TXT con l’elenco dei file da unire che devono risiedere nella stessa directory, caricarlo e procedere a collegare.

PowerPoint Joiner è anche un software che può essere comodamente trasportato in una chiavetta usb.

Funziona in nei sistemi operativi Microsoft.

Via | maestroalberto | web 2.0 scuola nuove tecnologie


Generatore di puzzle personalizzati



pic2puz

pic2puz è un semplice generatore di puzzle online.

Basta caricare un’immagine personale di dimensione massima di 900 kb e minima di 300×300 pixel nei formati png, jpg o gif e giocare.

I tasselli possono essere rimescolati, si possono aggiungere o eliminare numeri, visualizzare la figura originale.

Per giocare è necessario far scorrere i pezzi del rompi capo nella casella che rimane libera e ricomporre il mosaico.

Il puzzle può anche essere inserito in una pagina web semplicemente copiando ed incollando il codice fornito o segnalato tramite un link diretto.


Ritagliare immagini online



picslice

PicSlice è un comodo strumento per ritagliare immagini online.

Si carica un’immagine, anche da URL, e poi si sceglie se suddividerla o ritagliarla.

Nel primo caso si decide il numero di sezioni verticali ed orizzontali. Se per esempio scegliamo 2 e 2 l’immagine sarà scomposta in 4 quadrati e possiamo procedere al download di una cartella compressa contenete i file JPG delle sezioni.

Perfetto per creare un poster da costruire con i vari spezzoni di una foto.

Nel secondo, invece, è possibile ritagliare una parte dell’immagine con un semplice drag&drop.

Utile.

Via | maestroalberto | web 2.0 scuola nuove tecnologie


I nonni raccontano la loro vita vissuta: Banca Della Memoria



bancadellamemoria

Banca Della Memoria è un progetto italiano in puro stile web 2.0 che si dedica alla raccolta delle esperienze di vita raccontate dalla voce di chi le ha direttamente vissute, i nostri vecchi (se così si può definire chi è nato prima del 1940).

Mi piace recensire questa iniziativa proprio il giorno della Festa dei Nonni, il 2 ottobre.

La Banca della Memoria non ha alcun fine di lucro, si tratta di un servizio indipendente, partito grazie all’iniziativa di 4 ragazzi di Torino, auto prodotto e spontaneo che mira a coinvolgere persone vere, registrando storie di vita, racconti personali della durata di 10 minuti.

Lo scopo è riuscire a conservare il patrimonio delle esperienze dei nostri anziani sotto forma di video. I veri protagonisti sono proprio “i bambini della terza età”.

Chiunque può partecipare inviando le proprie registrazioni. La community è suddivisa in sezioni e i filmati e, come accade in tutte le reti sociali che si rispettino, possono essere valutati, discussi e salvati dagli utenti.

In definitiva si tratta di una proposta dall’alto contenuto educativo, encomiabile, diretta soprattutto a chi non intende dimenticare le radici della nostra cultura popolare.

Mi auguro vivamente che possa proseguire il suo viaggio e continuare a crescere.

Via | maestroalberto | web 2.0 scuola nuove tecnologie



Seguimi:

Web 2.0 e Scuola

maestroalberto 2.0 maestroalberto.it
Se cerchi notizie sui social, la didattica digitale e il Web 2.0 clicca sul bottone sopra

Pixel Art

Pixel Art

Coding

Coding

Ricerche Internet

Blogroll