Archivio per la tag 'storytelling'

Storytelling di Carnevale con Ozobot e Gianni Rodari

Per chi ha intenzione di introdurre nella didattica attività di coding e di robotica educativa nelle classi della scuola primaria e non solo, sicuramente il mini robot Ozobot si presta alla perfezione, in particolare per lo storytelling e il digital storytelling, ossia la narrazione realizzata con strumenti digitali.

Per i bambini si tratta di lavori accattivanti e motivanti, che aiutano a mantenere alta l’attenzione e che permettono sopratutto di focalizzare i punti chiave di un racconto o di una storia in modo intuitivo, creativo e gratificante.

Questo breve ma divertente percorso di storytelling esemplificativo dedicato al Carnevale può essere usato, se volete, come modello per altre attività, anche più complesse e strutturate, liberando la fantasia della classe, intesa come gruppo allievi-docenti, rovesciando e capovolgendo i ruoli.

Ho iniziato presentando le maschere di Carnevale tradizionali italiane utilizzando quelle in pixel art da noi realizzate e ci abbiamo lavorato sopra in modo che i bambini conoscessero le caratteristiche di quelle principali.

Per fare ciò ho usato alcune delle mie maschere di Carnevale in Pixel Art che avevamo già disegnato in classe.

Poi abbiamo copiato sul quaderno la celeberrima poesia di Gianni Rodari Il gioco dei sé, il cui testo riporto qui sotto:

Se comandasse Arlecchino
il cielo sai come lo vuole?
A toppe di cento colori
cucite con un raggio di sole.

Se Gianduia diventasse
ministro dello Stato,
farebbe le case di zucchero
con le porte di cioccolato.

Se comandasse Pulcinella
la legge sarebbe questa:
a chi ha brutti pensieri
sia data una nuova testa.

I bambini hanno facilmente individuato i personaggi e gli elementi chiave di ciascuno:

  • Arlecchino – cielo colorato
  • Gianduia – case di zucchero con la porta di cioccolato
  • Pulcinella – legge strampalata

Successivamente ho mostrato alla LIM un possibile percorso di stoytelling come quello che avrebbero dovuto inventare loro con Ozobot (vedi sopra).

Infine ho fornito gli ozocode, ossia l’elenco dei codici da disegnare per far svolgere azioni al robot Ozobot Evo, e alcune mini stampe delle maschere di Arlecchino, Gianduia e Pulcinella da incollare in un foglio bianco su cui realizzare il loro tracciato personale, utilizzando le immagini, disegnando a piacere il tragitto dell’Ozobot, i codici e i “desideri” delle tre maschere della poesia.

Abbiamo deciso anche di disegnare i codici usati vicino alle righe del testo scritto e ci siamo divertiti un sacco!

Il video sopra mostra il risultato dei nostri lavori e di sicuro torneremo a realizzare attività di storytelling con i nostri fantastici Ozobot!

Make Beliefs Comix: centinaia di modelli di fumetto pronti per essere stampati e completati

Make Beliefs Comix è un fantastico sito dove creare fumetti online (vedi recensione).

Nella sezione Printables offre centinaia di modelli di fumetto pronti per essere stampati e completati.

Gli stampabili sono suddivisi per argomento e molti hanno le nuvolette vuote.

Possono essere usati a scuola nella didattica, nella creazione di storie, per apprendere l’uso del discorso diretto o semplicemente come disegni da stampare e colorare.

Le risorse di Make Beliefs Comix sono gratuite.

Picture Book Maker: creare storie per bambini simili a libri illustrati

Picture Book Maker è una simpatica applicazione web simile a un gioco online che consente di creare storie per bambini simili a libri illustrati, a fumetti, a cartoni animati.

Si può selezionare uno scenario, aggiungere figure, personaggi, animali, oggetti di vario genere, adattarli alla scena, metterli in azione e animarli, inserire scritte, aggiungere una copertina e varie pagine sfogliabili ed altro ancora.

Le storielle finite possono essere salvate direttamente online, condivise via email e stampate.

Picture Book Maker è uno strumento del tutto gratuito, studiato per i bambini della scuola elementare e addirittura per i più piccoli della scuola dell’infanzia che possono usarlo con l’aiuto di un insegnante, di un adulto o di un genitore.

Zimmer Twins: creare cartoni animati online

zimmer_twins

Zimmer Twins è una simplatica applicazione web che consente di creare cartoni animati online.

Come ben spiegato dal tutorial (in Inglese), si può creare un’animazione usando i divertenti personaggi disponibili partendo praticamente da zero.

Basta scegliere fumetti, espressioni, scene e trascinarle nella timeline sottostante e salvare.

Si possono aggiungere oggetti, personaggi, sfondi, contenuti audio e personalizzare le strisce del cartoon con scritte a piacere.

Gli elementi, tutti coloratissimi e vivaci, possono essere sposati con un semplice drag&drop o addirittura cancellati.

In pratica è possibile creare un’intera storia, personalizzarla e condividerla nella community.

Insomma: nessun limite alla creatività!

ZimmerTwins è un servizio gratuito che richiede registrazione per salvare il filmato ma ci si può anche divertire senza creare un account.

Realizzare storie per bambini usando i loro disegni: StoryJumper

storyjumper

StoryJumper è un’interessante applicazione web che consente di creare storie per bambini con i loro disegni direttamente online.

In pochi semplici passaggi si possono caricare immagini personali e aggiungere scritte.

Si tratta dunque di un servizio di storytelling dedicato ai genitori e agli insegnanti, dalla chiara valenza educativa oltre che ludica.

Tutto avviene attraverso un semplice editor visuale con cui inserire colorati elementi grafici, scenari, foto e scritte in una timeline composta da sedici pagine. Si può scegliere un ambientazione già pronta o realizzare un libro del tutto nuovo.

Una volta conclusa la storia si può procedere al salvataggio. Per fare ciò bisogna registrarsi gratuitamente.

E’ anche possibile ordinare e acquistare una stampa del libricino cartaceo a circa 25 dollari (18 euro al cambio attuale).

Via | maestroalberto | web 2.0 scuola nuove tecnologie

Con Story Something un bambino diventa il protagonista di una storia

Story_Something

I genitori di lingua Inglese hanno a disposizione un ottimo strumento per divertire i loro bambini piccini: Story Something.

Si tratta di un servizio che permette di far diventare un bambino il protagonista di una storia, di creare fiabe personalizzate.

Quello che colpisce è l’originalità dell’idea che, per quanto semplice, promuove il progetto.

Ci sono delle storie illustrate simili a favole adatte ai bambini che vanno dai 3 agli 8 anni circa. Story Something consente di sostituire il nome dei personaggi con quelli delle persone più care al bambino, appartenenti alla sua sfera emotiva e relazionale: il babbo, la mamma, il nonno, la nonna, i fratelli, le sorelle e naturalmente il bambino stesso.

In questo modo egli diventerà a tutti gli effetti il protagonista delle storie raccontate.

Con Story Something il concetto di story telling diventa personale, relazionale, affettivo.

Un’idea sicuramente da raccogliere e da proporre anche in Italiano.

Via | maestroalberto | web 2.0 scuola nuove tecnologie

Seguimi:


Ricerche Internet

Fanpage

Web 2.0 e Scuola

maestroalberto 2.0 maestroalberto.it
Se cerchi notizie sui social, la didattica digitale e il Web 2.0 clicca sul bottone sopra