Archivio per la tag 'sicurezza'

Bambini e attività ricreative online: come svolgerle in sicurezza

Il web è un luogo colmo di opportunità di vario tipo per adulti e bambini. In particolar modo per quest’ultima categoria di utenti l’offerta di giochi educativi è davvero infinita. In questo articolo ne prenderemo in esame qualcuna, soffermandoci anche su un altro aspetto molto importante, ovvero quello della sicurezza.

Web e bambini: un’accoppiata possibile in sicurezza.

Molto spesso si reputa internet un luogo pericoloso per i bambini. In realtà adottando le giuste precauzioni è possibile far loro sfruttare le infinite opportunità offerte dai moltissimi giochi educativi presenti in rete, preservando comunque la loro incolumità. Uno di questi riguarda la cronologia dei siti visitati. Parliamo di un aspetto davvero cruciale per due fattori. Il primo riguarda i bambini stessi, che potrebbero ritrovarsi su pagine con contenuti non adatti visitate in precedenza dai genitori.Ciò significa che è essenziale i piccoli non vengano mai lasciati soli con la possibilità di consultarla.

Il secondo fattore è “esterno”, perché qualche malintenzionato potrebbe accedere ai dati di navigazione e acquisire una serie di informazioni riservate. In questo frangente possono venirci in aiuto le VPN, delle reti virtuali protette che creano una sorta di canale sicuro tra l’utente, in questo caso il bambino, e il gestore del sito che offre il gioco educativo. Senza entrare eccessivamente nel dettaglio tecnico di questa tecnologia, è sufficiente comprendere che le informazioni scambiate saranno totalmente anonime.

Giochi educativi per bambini: quali scegliere su internet

Abbiamo detto che l’offerta di giochi educativi su internet destinata ai bambini è davvero molto ricca. Uno degli aspetti maggiormente interessanti di moltissimi giochi, è che questi saranno in grado di coinvolgere anche mamma e papà. Ad esempio su questa pagina sono disponibili numerose attività, alcune delle quali adatte persino ai ai bebè, sia per pc, che per smartphone e tablet.

Ovviamente quella citata è solamente una delle tante possibilità, ma l’elenco può proseguire davvero molto a lungo. Un sito davvero ricco di contenuti didattici, divertenti ed educativi è ilgufoboo. Al suo interno è possibile trovare tante attività ed altrettanti giochi da colorare, ma anche numerosi video in grado di intrattenere in sicurezza i bambini. Senza dimenticare che anche in questo caso è disponibile anche la pratica app per smartphone.

Infine, ma non certamente da ultimo, un altro portale davvero ricco di risorse totalmente gratuite è scuolissima.com. Per cominciare a divertirsi in compagnia dei propri piccoli non è richiesta alcuna registrazione, e tra le tante attività ne troviamo alcune di azione, altre di puzzle, altre ancora di logica. Si tratta di un sito davvero ben realizzato, dove tra l’altro è possibile fare anche le prime sperimentazioni in lingua inglese.

Internet e bambini: le regole per navigare

Computer, smartphone e tablet hanno invaso oramai qualunque abitazione, e internet fa parte della quotidianità di qualsiasi famiglia. È inevitabile che vedendo gli adulti navigare e utilizzare questi apparecchi per svariate attività, i bambini non emulino i genitori. Di pari passo all’utilizzo del web però, sono cresciuti anche i pericoli connessi alla navigazione, e sono in molti a chiedersi se la rete possa essere davvero a misura di bambino.

La risposta è chiaramente positiva, a patto di adottare alcuni accorgimenti utili per tutelare il piccolo. La sicurezza online deve essere considerata come una priorità per qualsiasi utente, e in questo caso il ruolo del genitore è quello di “controllore”, con il compito di insegnare l’utilizzo degli strumenti, e di filtrare i contenuti non appropriati. Senza dimenticare che anche la presenza di regole precise è di fondamentale importanza.

Le attività ludiche e ricreative per bambini non devono essere considerate come una possibilità per il piccolo di isolarsi, ma al contrario come un momento di aggregazione e di dialogo con l’adulto. D’altronde al giorno d’oggi è impensabile che la crescita non passi anche dall’utilizzo degli strumenti tecnologici, che tra qualche anno diventeranno ancora più indispensabili di quanto già non lo siano.

Post a cura di VPNOverview

YouTube Kids in Italiano

YouTube Kids è finalmente disponibile in Italiano.  Vi si può accedere direttamente dal menù di YouTube classico come si può vedere dall’immagine sotto.

Oppure sono già disponibili app dedicate specifiche per Android sul Play Store e iOS sull’App Store in modo da poterlo usare su tablet e smartphone in mobilità.

YouTube Kids seleziona contenuti per bambini di puro svago ma anche educativi in un ambiente protetto e sicuro dove possono guardare i video dei loro programmi preferiti, cartoni animati e ascoltare musica in un ambiente privo di minacce e di sgradevoli sorprese controllato dai genitori, i quali possono personalizzare il canale dei figlio in base alle esigenze e ai principi educativi della famiglia.

I filtri di sicurezza operano su più livelli, sempre più restrittivi, grazie agli algoritmi automatizzati di Google. Si tiene anche conto del feedback ricevuto grazie alle segnalazioni degli utenti e i filmati pubblicati sono revisionati direttamente da un team di persone che assicura che siano adatti al pubblico a cui sono rivolti.

Il video della presentazione in Italia della nuova piattaforma di Emanuele Cisotti, uno dei più bravi youtuber italiani della nuova generazione, spiega molto bene in un primo approccio le modalità d’uso di YouTube Kids e in cosa consistono i vari livelli di protezione famigliare nelle app dedicate.

Google Family Link: app per tenere sotto controllo telefono e tablet dei propri figli

Google Family Link è un’app che permette di tenere sotto controllo lo smartphone e il tablet dei propri figli quando iniziano ad utilizzare dispositivi Android e non solo.

Configurando Family Link di Google si possono stabilire alcune regole di base della la vita digitale dei bambini e dei ragazzi alle prese con un nuovo tablet e soprattutto con uno smartphone.

In pratica, tramite Family Link, i genitori possono creare per loro un account Google molto simile al proprio e gestirne le app, controllare il tempo di utilizzo dei dispositivi e bloccarli da remoto.

In ottemperanza alle nuove regole europee sulla protezione dei dati personali, il famigerato GDPR, Family Link offre il controllo dei dati dei figli fino a che questi compiano 16 anni di età.

La configurazione dell’applicazione è molto semplice. Una volta installata sul telefono della mamma, del padre o di un tutore bisogna seguire una facile procedura guidata per stabilire le regole d’uso del dispositivo del minore.

Appena indicati i dati personali richiesti, sarà creato un nuovo account Google e non potremo usarne uno già esistente. Dopodiché sarà necessario configurare anche il dispositivo del ragazzo in questione con tale account installando ovviamente la app di Google Family Link sul suo device.

Essa, attraverso il telefono dei genitori, oltre a mantenere privati i dati del minore, consente di stabilire le app che possono essere usate, il tempo che il ragazzo può trascorrere con lo smartphone, verificare i luoghi che ha visitato, gestire i siti web che può consultare, geolocalizzare il dispositivo da remoto, bloccare il telefono.

In qualsiasi momento è possibile aggiungere altri minori senza dover procedere ad una nuova installazione per ognuno di loro.

Sicuramente questo servizio può tornare molto utile anche in ambito scolastico se pensiamo alla difficoltà che hanno gli insegnanti nel reperire una email Google nella didattica digitale e alla possibilità di richiedere un account Google nella gestione per esempio di Google Classroom o di Google Suite for Education.

L’app funziona anche su iPhone e dispositivi iOS.

Pagina web Google Family Link

Link App Play Store

Link App Store

Thinga: un divertente motore di ricerca per bambini

thinga

Thinga è un divertente motore di ricerca per bambini.

Indicizza vari tipi di contenuto: informazioni, video, foto, giochi, lezioni, attività educative, animali, lavoretti, divertimento, svago e altro ancora.

Per salvaguardare la sicurezza tutto risiede all’interno del portale e non ci sono link esterni.

Un team di specialisti certificati cura il materiale da includere in Thinga basandosi sugli standard di pubblicazioine dei contenuti che riguardano i bambini

Gli adulti, genitori e insegnanti, possono scegliere cosa visualizzare. Attraverso una sottoscrizione è possibile rimuovere le pubblicità.

Le finalità del progetto sono ovviamente quelle di realizzare un ambiente affidabile in grado di proteggere i bambini che navigano online in modo da prevenire spiacevoli risultati durante la navigazione.

La grafica  è gradevole, studiata per i bambini ed è possibile addirittura scegliere un simpatico avatar personale che accompagna durante la navigazione.

Purtroppo il motore è localizzato principalmente in lingua inglese ma i risultati delle ricerche in italiano sono decenti.

Molti risultati sono forniti in forma vosiva e questo facilita l’uso del sito anche ai bambini più piccoli che non sanno ancora leggere e scrivere bene.

Come in tutti gli strumenti di questo tipo, tuttavia, la sicurezza non è mai assoluta e anche noi abbiamo realizzato da anni un motore di ricerca sicuro per bambini e famiglie, il nostro Ricerche Maestre: il Web per la Scuola Primaria.

Kiddle: motore di ricerca visivo per bambini

kiddle

Kiddle è un motore di ricerca visivo pensato per bambini basato un un sistema di ricerca sicuro. Lo scopo del progetto è ovviamente quello di proteggere i bambini che navigano online.

Lo scopo del progetto è ovviamente quello di proteggere i bambini che navigano nel web ed offrire a genitori ed educatori un strumento sicuro ed affidabile in grado da prevenire spiacevoli risultati durante la navigazione.

Kiddle si basa su Google Safe Search, il famoso filtro pensato da Google per ottenere una navigazione sicura. I filtri sono automatici anche se la gestione è affidata ad un team di curatori.

E’ comunque possibile segnalare allo staff siti e keyword da bloccare tramite un apposito modulo.

La grafica fumettistica è studiata per i più giovani ed è possibile selezionare ricerche web, immagini, news e video. Purtroppo il motore è localizzato solo in inglese ma i risultati delle ricerche in italiano sono abbastanza buoni.

La caratteristica di rendere i risultati in forma visiva è la peculiarità più interessante di Kiddle in quanto ne facilita l’uso anche ai bambini più piccini che hanno poca familiarità con la scrittura e la lettura.

Come in tutti gli strumenti di questo tipo, tuttavia, la sicurezza non è mai assoluta e lasciare i bambini navigare da soli tramite Kiddle non risolve di sicuro il problema.

Anche noi, nel nostro piccolo, abbiamo offerto un motore di ricerca sicuro per bambini e famiglie, il nostro Ricerche Maestre: il Web per la Scuola Primaria.

Guida alla sicurezza in internet per genitori

esafety-guide

Parent’s Guide to Internet Safety è una guida completa alla sicurezza in internet per genitori purtroppo in inglese ma che potete leggere tradotta automaticamente, forse in modo approssimativo ma comunque comprensibile, qui.

La guida contiene alcune interessantissime guide illustrate contro il cyberbullismo sotto forma di infografica, in particolare:

  • Guida illustrata a e-sicurezza
  • Come proteggere i vostri figli su Snapchat
  • Come proteggere i vostri figli su Kik
  • Come proteggere il vostro bambino su Ask.fm
  • 32 acronimi internet e il gergo che ogni genitore dovrebbe sapere

Si parla poi della creazione di un ambiente di lavoro sicuro nei vari sistemi operativi e dei browser adatti ai bambini.

Certo, se si conosce l’inglese tutto risulta più interessante.

Vedi anche: How to Protect Your Children on Their Smartphone


Seguimi:

Web 2.0 e Scuola

maestroalberto 2.0 maestroalberto.it
Se cerchi notizie sui social, la didattica digitale e il Web 2.0 clicca sul bottone sopra

Fanpage

Pixel Art

Pixel Art

Coding

Coding

Ricerche Internet

Blogroll