Archivio per la tag 'scuola'

Tomato Timer: applicazione web per lavorare senza distrazioni a scuola con la tecnica del pomodoro

Tomato Timer è un’applicazione web per lavorare a scuola senza distrazioni con la tecnica del pomodoro.

Si tratta di una tecnica di produttività inventata negli anni ottanta dallo sviluppatore software Francesco Cirillo inspirata ai classici timer da cucina girevoli, allora a forma di pomodoro.

La tecnica del pomodoro è semplicissima e consiste di 5 passi:

  • scegliere un’attività da completare
  • impostare un timer di 25 minuti 
  • lavorare senza distrazioni fin tanto che il timer non suonerà
  • prendere una pausa di 5 minuti
  • ogni 4 pomodori (2 ore) prendere una pausa più lunga di 15-30 minuti

Può essere utile a scuola per sopperire alla mancanza di concentrazione per lunghi periodi di tempo o per migliorarli tramite un gratificante gioco-sfida.

TomatoTimer sostituisce il classico timer meccanico offrendo un count down digitale magari da proiettare alla LIM in classe che al termine fornirà il classico suono di allarme.

Può anche essere usato ovviamente come semplice conto alla rovescia per gestire le tempistiche di attività varie, test INVALSI e verifiche.

Tomato Timer è uno strumento del tutto gratuito del tutto personalizzabile.

Schedule Maker: applicazione web per creare orari scolastici settimanali online

Schedule Maker è un’applicazione web che permette creare orari scolastici settimanali online in modo semplice e veloce.

Di solito per queste cose gli insegnanti usano stampati predisposti dalle scuole o realizzano tabelle con Word o Excel. 

Schedule Maker, invece, permette di generare il tutto via web, aggiungendo informazioni, corsi, orari e materie, per ottenere un’immagine da scaricare e stampre con l’orario definitivo.

Si possono anche esportare orari già predisposti per tornare ad editarli in seguito sulla stessa piattaforma.

Schedule Maker è un’applicazione web del tutto gratuita.

ToonyTool: creare e condividere fumetti e meme online

ToonyTool  è un interessante strumento gratuito che permette di creare e condividere fumetti e i famosi meme online.

Si possono caricare nella piattaforma immagini di sfondo su cui inserire le nuvolette del fumetto personalizzato ma si possono scegliere anche sfondi già pronti e i personaggi da far apparire nelle strisce dove scrivere il testo.

Una volta soddisfatti del lavoro, il fumetto può essere scaricato, stampato e condiviso nei social.

Molto semplice da usare ed intuitivo, ToonyTool non richiede nessuna forma di registrazione per creare fumetti ed è una buona opzione per chi non vuole condividere la propria email in internet.

Si tratta quindi di un’applicazione web perfetta sotto questo punto di vista da usare a scuola con i bambini piccoli.

ParaPara Animation: applicazione web per creare e condividere semplici animazioni tramite il disegno

ParaPara Animation è una semplicissima applicazione web che permette di  creare e condividere semplici animazioni tramite il disegno.

La sua interfaccia, interamente basata sul web, è davvero minimalista e presenta solo alcuni strumenti per disegnare: matite di diversi colori, dimensione del tratto, gomma per cancellare e la possibilità di vedere l’animazione realizzata prima di salvarla e condividerla.

In pratica si aggiunge una serie di di frame come in un filmato e ad ognuno si assegna un disegno, una cifra o una scritta. Quando siamo soddisfatti del lavoro ottenuto possiamo condividere la mini clip video ottenuta, simile a un cartone animato in stop motion, assegnandole nome e autore.

La condivisione avviene tramite un apposito link, via email o tramite codice QR. L’animazione può anche essere inserita in una pagina web tramite apposito codice embed.

ParaPara Animation è fornita gratuitamente da Mozilla Teaching Activities (la casa di Firefox) e, ovviamente, si può sfruttare al meglio con un dispositivo touch ma è possibile interagire anche con il solo mouse da computer.

Con un po’ di fantasia si possono creare animazioni sorprendenti come quelle mostrate a questa pagina.

Ecco un esempio di una mia semplice animazione qui.

DIY: fidget spinner fai-da-te fatto con 4 dadi di bullone

La mania del fidget spinner anti stress spopola tra i bambini, tutti ne possiedono almeno uno.

Alcuni insegnati hanno colto il lato didattico e creativo del gioco e noi ne abbiamo realizzati alcuni in classe, usando materiali vari e dopo averne spiegato il funzionamento ai bambini che hanno proposto le loro idee e i loro progetti.

Ecco allora come fare un fidget spinner fai-da-te fatto con 4 dadi di bullone.

Basta un cuscinetto a sfera, quattro dadi di bullone con il foro grande quanto il cuscinetto, inserire il cuscinetto in un dado e incollare gli latri tre ai lati con la colla a caldo o con la colla liquida e il gioco è fatto!

Il nostro cuscinetto è da 22 millimetri e lo spinner è venuto bello grosso e pesante, da girare inserito in una biro (vedi video).

Per divertirsi in modo creativo suscitando l’interesse dei bambini ci vogliono genitori o insegnanti che abbiano soltanto voglia di mettersi in gioco dedicando loro tempo in modo costruttivo.

DIY: come fare un fidget spinner di cartone

La mania del fidget spinner anti stress dilaga tra i bambini, tutti ne possiedono almeno uno.

Si comprano per pochi euro ma ne esistono anche modelli più costosi anche per gli adulti.

Come insegnante mi sono posto il problema di valutare i possibili usi didattici del gioco e comunque mi sono sentito in dovere di spiegare il funzionamento in una mini lezione di tecnologia e meccanica in classe.

Ho portato dei cuscinetti a sfera e abbiamo costruito uno spinner con il catone molto semplice

Il risultato è stato che qualche bambino particolarmente curioso e creativo ha cominciato ad inventarne alcuni fai-da-te molto rudimentali di carta.

Ecco allora un video che mostra come realizzare un fidget spiner di cartone.

Basta realizzare una sagoma calcando uno spinner originale, usare quattro cuscinetti (quelli piccoli si trovano in commercio a pochi centesimi) e un po’ di colla e il gioco è fatto!

Ci vogliono soltanto dei genitori o degli insegnanti creativi che abbiano la voglia di spiegare il funzionamento le cose ai bambini.