Archivio per la tag 'internet'

Orbis: mappe interattive per calcolare i dati dei viaggi attraverso l’Impero Romano

L’Università di Stanford offre Orbis, un archivio di mappe interattive per calcorare i dati dei viaggi attraverso le strade e le rotte dell’Impero Romano.

Si tratta in buona sostanza di un efficiente strumento per conoscere ed insegnare la Storia e per capire i costi e le caratteristiche di un qualsiasi spostamento fatto all’interno dell’Impero Romano, con qualsiasi mezzo e in tutte le stagioni dell’anno.

Orbis offre la possibilità di calcolare la distanza tra ben 751 siti all’interno dell’Impero. 

Attraverso un pannello interattivo si possono stabilire vari parametri: scegliere tra due località suggerite, la stagione del viaggio, il mezzo di trasporto, i costi, la velocità e tanto altro ancora.

Una volta deciso tutto si procede alla creazione della mappa interattiva del viaggio.

Si può per esempio calcolare il tempo e il costo di un viaggio a piedi o a cavallo e in barca da Roma a un altro luogo durante un mese dell’anno e il calcolo dei costi in moneta romana prevederanno addirittura  anche l’alimentazione delle bestie.

Orbis è dunque una sorta di Google Maps o Google Earth pensato come macchina del del tempo, un eccellente strumento didattico che consente un incredibile viaggio a ritroso nella storia.

Google presenta Scratch Blocks: piattaforma di sviluppo di un nuovo linguaggio di programmazione per bambini

scratch blockly

Dalla collaborazione tra MIT e Google nasce Scratch Blocks, una piattaforma di sviluppo di un nuovo linguaggio di programmazione per bambini.

Google e la celebre università americana intendono condividere le esperienze maturate con la tecnologia usata in Blockly (Google) e quella maturata con Scratch (MIT).

La notizia è stata diffusa da Google Developers Blog e da quello che si intuisce, la collaborazione dovrebbe produrre una base di dati riguardanti  i linguaggi di programmazione visiva attraverso blocchi grafici che consentano di creare esperienze di qualità riguardo il cosiddetto coding per bambini.

L’intento è decisamente positivo, dal momento che sono ormai innumerevoli le esperienze didattiche vissute nella scuola italiana sia con Scratch, sia con Blockly.

Per chi ha interesse ad avvicinarsi al coding può consultare il progetto ufficiale Programma il Futuro.

Thinga: un divertente motore di ricerca per bambini

thinga

Thinga è un divertente motore di ricerca per bambini.

Indicizza vari tipi di contenuto: informazioni, video, foto, giochi, lezioni, attività educative, animali, lavoretti, divertimento, svago e altro ancora.

Per salvaguardare la sicurezza tutto risiede all’interno del portale e non ci sono link esterni.

Un team di specialisti certificati cura il materiale da includere in Thinga basandosi sugli standard di pubblicazioine dei contenuti che riguardano i bambini

Gli adulti, genitori e insegnanti, possono scegliere cosa visualizzare. Attraverso una sottoscrizione è possibile rimuovere le pubblicità.

Le finalità del progetto sono ovviamente quelle di realizzare un ambiente affidabile in grado di proteggere i bambini che navigano online in modo da prevenire spiacevoli risultati durante la navigazione.

La grafica  è gradevole, studiata per i bambini ed è possibile addirittura scegliere un simpatico avatar personale che accompagna durante la navigazione.

Purtroppo il motore è localizzato principalmente in lingua inglese ma i risultati delle ricerche in italiano sono decenti.

Molti risultati sono forniti in forma vosiva e questo facilita l’uso del sito anche ai bambini più piccoli che non sanno ancora leggere e scrivere bene.

Come in tutti gli strumenti di questo tipo, tuttavia, la sicurezza non è mai assoluta e anche noi abbiamo realizzato da anni un motore di ricerca sicuro per bambini e famiglie, il nostro Ricerche Maestre: il Web per la Scuola Primaria.

Origo One: video lezioni di matematica di un minuto

Origo One è un canale YouTube che offre video lezioni di matematica di un minuto per studenti e insegnanti.

I filmati finora pubblicati sono destinati alla fascia di età della scuola primaria.

La lingua inglese non è certo un ostacolo perché conta quasi esclusivamente l’impatto visivo dei contenuti pubblicati.

I video di Origo One mostrano in modo semplice e conciso alcune strategie di insegnamento della matematica.

Sopra un esempio.

Kiddle: motore di ricerca visivo per bambini

kiddle

Kiddle è un motore di ricerca visivo pensato per bambini basato un un sistema di ricerca sicuro. Lo scopo del progetto è ovviamente quello di proteggere i bambini che navigano online.

Lo scopo del progetto è ovviamente quello di proteggere i bambini che navigano nel web ed offrire a genitori ed educatori un strumento sicuro ed affidabile in grado da prevenire spiacevoli risultati durante la navigazione.

Kiddle si basa su Google Safe Search, il famoso filtro pensato da Google per ottenere una navigazione sicura. I filtri sono automatici anche se la gestione è affidata ad un team di curatori.

E’ comunque possibile segnalare allo staff siti e keyword da bloccare tramite un apposito modulo.

La grafica fumettistica è studiata per i più giovani ed è possibile selezionare ricerche web, immagini, news e video. Purtroppo il motore è localizzato solo in inglese ma i risultati delle ricerche in italiano sono abbastanza buoni.

La caratteristica di rendere i risultati in forma visiva è la peculiarità più interessante di Kiddle in quanto ne facilita l’uso anche ai bambini più piccini che hanno poca familiarità con la scrittura e la lettura.

Come in tutti gli strumenti di questo tipo, tuttavia, la sicurezza non è mai assoluta e lasciare i bambini navigare da soli tramite Kiddle non risolve di sicuro il problema.

Anche noi, nel nostro piccolo, abbiamo offerto un motore di ricerca sicuro per bambini e famiglie, il nostro Ricerche Maestre: il Web per la Scuola Primaria.

Mindmup: creare mappe mentali online e condividerle in internet

Mindmup è un’applicazione web che permette di creare mappe mentali online e condividerle in internet.

Le mappe possono essere salvate anche in Google Drive, inserite in una pagina web tramite codice embed, pubblicate o mantenute private.

Mindmup offre tutti i principali strumenti per creare mappe mentali ed è possibile importare file da Mindmap e Freemind.

Le mappe possono anche essere editate in forma collaborativa online.

Mindmup è uno strumento del tutto gratuito.


Seguimi:

Web 2.0 e Scuola

maestroalberto 2.0 maestroalberto.it
Se cerchi notizie sui social, la didattica digitale e il Web 2.0 clicca sul bottone sopra

Fanpage

Pixel Art

Pixel Art

Coding

Coding

Ricerche Internet

Blogroll