Archivio per la tag 'insegnanti'

Guida alla sicurezza in internet per genitori

esafety-guide

Parent’s Guide to Internet Safety è una guida completa alla sicurezza in internet per genitori purtroppo in inglese ma che potete leggere tradotta automaticamente, forse in modo approssimativo ma comunque comprensibile, qui.

La guida contiene alcune interessantissime guide illustrate contro il cyberbullismo sotto forma di infografica, in particolare:

  • Guida illustrata a e-sicurezza
  • Come proteggere i vostri figli su Snapchat
  • Come proteggere i vostri figli su Kik
  • Come proteggere il vostro bambino su Ask.fm
  • 32 acronimi internet e il gergo che ogni genitore dovrebbe sapere

Si parla poi della creazione di un ambiente di lavoro sicuro nei vari sistemi operativi e dei browser adatti ai bambini.

Certo, se si conosce l’inglese tutto risulta più interessante.

Le parole capricciose: uso di CU più vocale

parole cu

In seconda dobbiamo spiegare ai bambini che quando la U è seguita da consonante, la grafia corretta è CU. Ma ci sono alcune parole capricciose che non seguono la regola e fanno eccezione: cuore, cuoco, cuoio, scuola, circuito, taccuino, innocuo, cui, vacuo, arcuato, cospicuo, acuire, proficuo, promiscuo, riscuotere, scuoiare, scuotere, cuocere, evacuare, percuotere. 

Dei bambini di classe seconda con le loro maestre hanno creato un simpatico fumetto ispirandosi agli omini Lego per renderle meno indigeste che potete trovare qui e reperibili nel sito Punti e Appunti.

Celeberrima è la filastrocca di Gianni Rodari la Tribù degli Indiani Cucù, nella quale gli indiani assumono i nomi delle parole capricciose che si scrivono con  con la C invece che con la Q.

La tribù degli indiani cucù

Conosci la tribù degli indiani Cucù?
C’è l’indiano Cuore che raccoglie le more,
c’è Cuoio un indianone che fa lo stregone,
c’è Scuola l’indiana che fila la lana,
c’è l’indiano Cuoco che accende un bel fuoco.
Conosci la tribù degli indiani Cucù?
Se li scrivi con la Q ride tutta la tribù!

(Gianni Rodari)

Da questo sito ecco anche alcune schede da usare con la LIM:

Gioca e pensa: app gratuite per imparare che il cibo è un diritto

Gioca e pensa: ecco le app per imparare che il cibo è un diritto!

Due strumenti “smart” per aiutare scuole e genitori a educare i giovani sui temi della sostenibilità e stagionalità dei prodotti agroalimentari

“Per il suo compleanno Robin decide di preparare la torta più buona del mondo con le ricette della nonna…”. Inizia così il racconto-gioco “La torta di Robin” che accompagnerà i bimbi delle elementari alla scoperta di una filiera alimentare sostenibile. Un modo per imparare da subito – in modo allegro e divertente – a confrontarsi con temi come la stagionalità di frutta e verdura, l’impatto ambientale e sociale del cibo e il consumo consapevole.

‘EAThink Game’ è invece un’application interattiva dedicata ai ragazzi delle scuole secondarie dove attraverso tre diversi videogiochi si potranno confrontare con la produzione, la distribuzione e l’acquisto dei prodotti alimentari sostenibili ed equi. Si tratterà ad es. di scegliere i semi migliori da piantare, di far scendere nel terreno solo le gocce di pioggia bloccando i pesticidi; di scegliere prodotti a km zero invece che quelli a più alto consumo di CO2, ecc.

«Le due application sono disponibili in 12 lingue diverse, quelle dei partner del progetto europeo EAThink 2015, per consentire a insegnanti ed educatori di coinvolgere i ragazzi mediante contenuti multimediali, memory e giochi d’intrattenimento di immediata fruizione» spiega Davide Giachino dell’ong CISV, ideatore delle due app, scaricabili gratuitamente per sistemi Android e Apple:

Le app educative di EAThink2015

Il progetto EAThink 2015, cofinanziato dall’UE, è rivolto alle scuole primarie e secondarie di Piemonte, Veneto e Lombardia, e promosso in Italia da ACRA e CISV nell’ambito di un quadro progettuale più ampio che coinvolge 12 Paesi europei (oltre all’Italia: Austria, Cipro, Croazia, Francia, Ungheria, Malta, Polonia, Portogallo, Romania, Slovenia e Spagna) e 2 Paesi africani (Burkina Faso e Senegal). L’obiettivo è accrescere la comprensione critica e il coinvolgimento attivo di studenti e docenti sulle sfide dello sviluppo globale, focalizzandosi sui sistemi di produzione e consumo sostenibili e sull’agricoltura di piccola scala.

www.eathink2015.org

 

Centinaia di maschere da stampare, ritagliare e colorare

 coloring_printable_masks

Coloring Printable Masks (Printable coloring masks and crafts for children) è il titolo alla mia bacheca di Pinterest in cui raccolgo maschere stampabili e lavoretti per bambini.

Ci sono al momento più di trecento immagini e ne aggiungo di nuove continuamente.

Alcune rispettano le regole della simmetria.

Ce ne sono davvero per tutti i gusti, le età e le esigenze, adatte per il Carnevale e la festa di Halloween.

Dateci un’occhiata e seguitemi su Pinterest!

Come disegnare un Minion Babbo Natale

minion_santa

Se volete imparare a disegnare un Minion travestito da Babbo Natale seguite questa guida: How To Draw A Christmas Minion.

minion_santa_color

Se invece proprio non avete voglia potete scaricare il disegno da colorare qui.

 

 

Il Natale da colorare secondo midisegni.it

natale midisegni

 

midisegni.it è un sito fantastico di cui sono letteralmente innamorato. 

Stracolmo di bellissimi disegni da colorare per ogni occasione e di ogni tipo è stato copiato ignobilmente da tanti altri siti che si sono appropriati indebitamente del lavoro del suo grandioso autore.

Ci sono anche attività tematiche perfette per i bambini della scuola dell’infanzia e primaria.

Vi consiglio di visitare la ricchissima pagina dedicata al Natale e scoprirete una miniera di disegni da colorare.

Ecco la lista completa dei materiali: 

  • Il presepe da colorare e costruire
  • Maria e Giuseppe
  • Santa Lucia
  • Canto di Natale di C.Dickens
  • Novità 2015
  • Disegni vari