Archivio per la tag 'creatività'

10 schede facili per la festa di Halloween in Pixel Art: il cappello da strega, il fantasma, Frankenstein, il gatto nero, il pipistrello, il ragno, il teschio, il vampiro e la zucca

Abbiamo realizzato una serie di schede in pixel art per attività sulla festa di Halloween. Ne abbiamo fatte ben dieci con i simboli e le figure tipiche della festa: il cappello da strega, il fantasma, Frankenstein, il gatto nero, il pipistrello, il ragno, il teschio, il vampiro e la zucca.

A queste possiamo aggiungere la scheda dello scheletro già pubblicata.

Sono lavori facili da svolgere e sono adatti soprattutto per i bambini delle prime classi della scuola primaria. Sotto le figure e i file in PDF delle schede da scaricare liberamente.

cappello strega

Disegno sviluppato in un reticolo 10X11 composto da 110 pixel. 

Figura formata da 3 colori, bianco incluso.

File della scheda:

fantasma

Disegno sviluppato in un reticolo 15X14 composto da 210 pixel. 

Figura formata da 4 colori, bianco incluso.

File della scheda:

Frankenstein

Disegno sviluppato in un reticolo 8X7 composto da 56 pixel. 

Figura formata da 4 colori, bianco incluso.

File della scheda:

gatto nero

Disegno sviluppato in un reticolo 10X12 composto da 120 pixel. 

Figura formata da 3 colori, bianco incluso.

File della scheda:

pipistrello

Disegno sviluppato in un reticolo 9X17 composto da 153 pixel. 

Figura formata da 3 colori, bianco incluso.

File della scheda:

ragno

Disegno sviluppato in un reticolo 9X17 composto da 153 pixel. 

Figura formata da 3 colori, bianco incluso.

File della scheda:

teschio

Disegno sviluppato in un reticolo 13X14 composto da 153 pixel. 

Figura formata da 3 colori, bianco incluso.

File della scheda:

vampiro

Disegno sviluppato in un reticolo 11X12 composto da 132 pixel. 

Figura formata da 3 colori, bianco incluso.

File della scheda:

zucca

Disegno sviluppato in un reticolo 11X12 composto da 132 pixel. 

Figura formata da 3 colori, bianco incluso.

File della scheda:

La schede, in base all’esperienza dei bambini con la pixel art, sono adatte come spunto per avviare attività di conding unplugged in tutte le classi elementari (soprattutto prima, seconda e terza), per realizzare lavoretti a scuola con le maestre o per divertirsi a casa in famiglia con disegni da colorare.

Le immagini sono buone anche come schemi per realizzare composizioni con le perline stirabili Pyssla e con le Hama.

Coding Unplugged e Pixel Art: lo scheletro di Halloween che balla

Il Maestro Alberto, assieme ai suoi alunni, propone un’attività di conding unplugged e pixel art dedicata alla festa di Halloween: la scheda dello scheletro di Halloween che balla: the dancing skeleton.

Il disegno è sviluppato in un reticolo di 30X23 ed è composto quindi da 690 pixel. 

La figura è formata da 2 soli colori, bianco e nero, e quindi è piuttosto semplice da colorare.

Ecco i file in PDF della scheda:

La scheda, in base all’esperienza dei bambini con la pixel art, è adatta per attività di tutte le classi elementari, per realizzare lavoretti a scuola con le maestre o per divertirsi a casa in famiglia.

L’immagine è buona anche come schema per realizzare composizioni con le Pyssla e con le perline Hama.

Lavoretti per bambini in Pixel Art: la strega di Halloween con le perline Pyssla

Partendo dalla nostra strega con cappello in pixel art dedicata alla festa di Halloween abbiamo pensato di realizzare un lavoretto DIY (fai-da-te) di coding unplugged per bambini con le perline Pyssla.

Innanzitutto abbiamo dovuto creare una scheda del solo busto della strega compattando i pixel colorati il modo che, una volta stirate, le perline risultino più stabili. Il risultato lo si può vedere nell’immagine sotto.

Ecco i file in PDF della scheda:

Il disegno è sviluppato in un reticolo di 23X14 ed è composto quindi da 322 pixel. La griglia da colorare, per chi volesse disegnarlo su carta, contiene già i bordi delle fibbie della cintura e del cappello evidenziati.

La figura è formata da 6 colori, bianco incluso, che possono essere personalizzati a seconda dei gusti personali.

A questo punto inizia l’assemblaggio delle perline per comporre l’immagine.

Conclusa la composizione si mette la carta da forno e si stira con un ferro ben caldo per far si che le pyssla si attacchino l’una all’altra.

Ecco come viene il lavoro una volta stirato.

Successivamente si rovescia l’immagine e utilizziamo la figura dalla parte non stirata: il risultato è più gradevole ma otteniamo un effetto specchio.

Passiamo poi alla realizzazione delle frange della gonna inserendo le perline in una serie di cordini.

Infine allarghiamo i buchi inferiori delle pyssla del busto della streghetta con un chiodo in modo da farci entrare i cordini e annodiamo le frange.

Concluso il lavoretto otteniamo una bella strega di Halloween con la gonna svolazzante!

L’attività è adatta soprattutto per le ultime classi delle elementari per realizzare lavoretti a scuola con le maestre oppure per divertirsi a casa in famiglia.

Vedi anche: la zucca streghetta di Halloween in pixel art.

Coding Unplugged e Pixel Art: la strega di Halloween con cappello

Il Maestro Alberto e la collega Maestra Jessica, assieme ai loro alunni, propongono un’attività di conding unplugged e pixel art dedicata alla festa di Halloween: la scheda della strega dai capelli blu che prende inspirazione dalla famosa strega di Biancaneve ma che è decisamente più graziosa e meno paurosa…

Il disegno è sviluppato in un reticolo di 34X15 ed è composto quindi da 510 pixel. La griglia da colorare contiene già il disegno delle fibbie della cintura e del cappello evidenziati.

La figura è formata da 6 colori, bianco incluso, che possono essere modificati personalizzando le tonalità, oppure essere cambiati del tutto a piacere a seconda dei gusti personali.

Ecco i file in PDF della scheda principale:

La scheda, in base all’esperienza dei bambini con la pixel art, è adatta per attività di tutte le classi elementari, per realizzare lavoretti a scuola con le maestre o per divertirsi a casa in famiglia.

L’immagine è buona anche come schema per realizzare composizioni con le Pyssla e con le perline Hama.

Vedi anche: la zucca streghetta di Halloween in pixel art.

Coding Unplugged e Pixel Art: le schede e il biglietto di auguri per la festa dei nonni

Il Maestro Alberto e la collega Maestra Jessica, assieme ai loro alunni, propongono una serie di attività di conding unplugged e pixel art dedicate alla Festa dei Nonni: le schede e il biglietto di auguri per la festa tanto attesa in famiglia e dai bambini.

La scheda principale rappresenta entrambi i nonni. Il disegno è sviluppato in un reticolo di 20X30 ed è composto quindi da 600 pixel. La griglia da colorare contiene già il disegno degli occhiali evidenziato.

Le figure sono formate da 10 colori, bianco incluso, che possono essere modificati personalizzando le sfumature oppure essere cambiati del tutto a piacere a seconda dei gusti personali.

Abbiamo realizzato una serie di schede classiche con le griglie e il codice, ma anche un modello per un biglietto di carta già pronto o da colorare, stampare, ritagliare e personalizzare con delle scritte al suo interno.

Ecco i file in PDF della scheda principale:

Ho anche preparato le schede della nonna e del nonno singoli per facilitare il lavoro dei bambini più piccoli e perché possono essere usate come cartoline di auguri una volta ritagliate.

Ecco le schede della nonna:

E quelle del nonno:

Ecco infine le schede del biglietto di auguri:

Insomma ci sono ben 10 schede adatte ad ogni esigenza e livello di difficoltà, dalla classe prima della scuola elementare alla quinta, per realizzare lavoretti a scuola con le maestre o per divertirsi a casa in famiglia, ma soprattutto per festeggiare i nostri amati nonni!

Le immagini sono buone anche come schema per realizzare composizioni con le Pyssla e con le perline Hama.

Ecco la galleria delle immagini dei biglietti pronti:

MakeCode: ecosistema digitale di coding, robotica educativa e STEM della Microsoft

MakeCode è l’ecosistema digitale dedicato al coding, ai circuiti elettronici, alla robotica educativa e alle STEM della Microsoft.

Si tratta di una piattaforma open source che si basa sul concetto della computing education e mira a portare le STEM in campo educativo grazie a progetti divertenti e verificabili tramite risultati immediati.

Gli strumenti a disposizione si basano sia sulla programmazione visuale a blocchi logici, sia su editor testuali più complessi.

I primi sono dedicati ai bambini più piccoli, mentre i secondi agli studenti più grandi.

Microsoft MakeCode fornisce risorse, strumenti, attività, idee, lezioni e progetti di vario tipo con l’intento di migliorare l’apprendimento delle scienze informatiche e della programmazione.

I contenuti che usano i block editor, ovviamente, non hanno bisogno di esperienze pregresse e possono essere iniziati immediatamente.

I ragazzi possono subito cominciare a creare i loro programmi tramite il semplice drag&drop dei blocchi di programmazione in stile Scratch o code.org.

Gli strumenti di simulazione integrati rendono un feedback immediato e aiutano nel debugging e nella correzione del codice proposto.

Come detto, Microsoft MakeCode offre anche editor in JavaScript per gli studenti più esperti e per gli sviluppatori indipendenti.

Il progetto è nato dalla fusione di due team di sviluppo e ricerca: il Microsoft Research e la Developer Division.

L’obiettivo principale di Microsoft MakeCode è semplificare la programmazione di device basati su microcontroller tramite applicazioni web che possono essere usate in qualsiasi sistema operativo.

Microsoft MakeCode include i seguenti strumenti:

  • micro:bit
  • Adafruit Circuit Playgroun Express
  • Minecraft
  • Lego Mindstorm Education EV3
  • Cue Robot di Wonder Workshop
  • Chibi Chip
  • Groove Zero

Comprende anche le seguenti app per Windows 10 con caratteristiche aggiuntive:

  • micro:bit
  • Adafruit
  • Cue for Education

Per utilizzare le risorse, ovviamente, è necessario essere dotati dell’hardware e dei robot necessari.

micro:bit si basa su un editor visuale molto simile a Blockly per programmare il microcomputer.

Adafruit Circuit Playgroun Express si basa sulla realizzazione di circuiti tramite editor visuali e JavaScript.

Di Minecraft e di Lego Mindstorm Education EV3 non c’è molto da aggiungere considerata la fama. Del secondo è disponibile un tutorial del Professor Michele Maffucci qui.

Cue Robot è un robot della Wonder Workshop, casa madre del più famosi Dash e Dot.

Chibi Chip è un kit che si basa anche’esso sui circuiti, anche di carta.

Groove Zero, infine, offre una serie di moduli programmabili ad incastro.

Gli strumenti sono provvisti di tutorial per studenti ed insegnanti, non richiedono installazione di software aggiuntivi e le app possono funzionare anche offline.

In definitiva Microsoft MakeCode rappresenta una valida offerta educativa, divulgativa e di uso consapevole delle tecnologie digitali per progetti di coding e di eletronica, per la realizzazione di circuiti, per la diffusione di attività di robotica educativa e riguardo le STEM in generale.

La proposta è in lingua Inglese ed è corredata da canali Instagram, Twitter e YouTube specifici..

Seguimi:


Ricerche Internet

Fanpage

Web 2.0 e Scuola

maestroalberto 2.0 maestroalberto.it
Se cerchi notizie sui social, la didattica digitale e il Web 2.0 clicca sul bottone sopra

Pixel Art

Pixel Art

Coding

Coding