Festa di Halloween

Vai allo Speciale 2006, più ricco d’informazioni e di contenuti.

Halloween

Festa di origine celtica che si celebra alla fine di ottobre per accogliere l’arrivo dell’inverno. Era chiamata “All Hallow even”, ossia la vigilia di tutti i Santi. In questa occasione la gente accendeva fuochi attorno ai quali tutti danzavano, indossando maschere per spaventare le streghe.

Per ricordare quell’antica festa, ancora oggi si festeggia Halloween la notte del 31 ottobre. I bambini si mascherano e bussano alle porte delle case, pronunciando la famosa frase: “Trick or treat”, ossia “dolcetto o scherzetto”. Di solito si offrono biscotti e caramelle.
Il giorno dopo Halloween, il primo novembre, è Ognissanti, cioè la festa di tutti i Santi.

Simbolo di Halloween sono le zucche illuminate con dentro una candela. Si dice che la loro luce serva a tenere lontani gli spiriti della notte.

Supportata anche da un gran battage pubblicitario da parte dei media, questa festa di origine anglosassone piace sempre di più anche ai nostri bambini, forse anche a causa del duplice aspetto macabro e gioioso che essa contiene e anche perché di solito ci si maschera come se fosse carnevale.

Halloween

Nel web si trovano moltissime risorse sul tema: maschere, giochi, canzoncine, lavoretti, decorazioni e tanto altro materale di vario genere.
Esiste addirittura un sito “ufficiale” italiano: halloween.it. Suo concorrente è halloweenight, un altro sito nostrano dedicato a questa festa.

Un ottimo punto di partenza è lo speciale di Filastrocche in cui si può trovare davvero di tutto, in paricolare sono da vedere le creazioni di maschere e costumi.

Dei bellissimi disegni e maschere molto particolari da realizzare facilmente a casa e in classe li troviamo su Midisegni.

Altri simpatici disegni li possiamo vedere e scaricare da Simone Rossi

Molto interessante anche la pagina della Maestra Sandra.

La Girandola propone una ricchissima linkografia per approfondire l’argomento, per scoprirlo e conoscerlo meglio.

Se poi facciamo una ricerca in internet senza escludere la lingua inglese troviamo una quantità industriale di risorse, io mi limito a segnalare abcteach, che sebbene abbia un’area riservata ai membri del sito, offre moltissimo materiale sul tema e Curlys Halloween, un sito fantastico dove si possono prelevare gif animate, immagini, fonts e addirittura suoni paurosi…

Tux Paint

Tux Paint è un famosissimo programma di disegno per bambini freeware. Ha un’interfaccia semplice e facile da usare ed è dotato anche di effetti sonori divertenti. Possiede una ricca varietà di strumenti che aiutano i bambini nella loro creatività.

Caratteristiche Tux Paint

E’ un programma multipiattaforma, nato per Linux, che funziona anche in Windows. In questa versione, in italiano, è scaricabile nella sezione download del sito ufficiale.

Un’ottima guida in italiano si trova nel sito dell’Università Cattolica del Sacro Cuore.

Un’altra guida didattica la possiamo trovare in Didatux (un sistema operativo live sviluppato da Linux Mandrake che include anche il software Tux Paint).

Tux Paint ha il gran merito di funzionare anche su macchine poco potenti ed obsolete, non richiede installazione (si lancia direttamente dalla cartella dove è stato scompattato).

Una collezione di immagini (e relativi effetti sonori) da usare con lo strumento Timbro si può scaricare a questo mirror di sourceforge.

Screenshots

Ancora una volta dal modo dell’open source giungono risorse didattiche di libero utilizzo che non hanno nulla da invidiare ai software a pagamento e che possono essere usate a costo zero dalle scuole e in famiglia per l’intrattenimento intelligente dei più piccoli.

Giornata Mondiale Degli Insegnanti

Il 5 ottobre, da ormai più di 10 anni, si celebra la giornata mondiale degli insegnanti. “La scelta del giorno è collegata alla data del 5 ottobre 1966, nella quale gli insegnanti ricevettero dall’Unesco, per la prima volta, il solenne riconoscimento dell’importanza strategica del loro ruolo e delle loro responsabilità” (fonte Tecnica della Scuola).

Analfabetismo Informatico

L’ambizioso sogno di Nicholas Negroponte di produrre un computer a basso costo per sconfiggere il cosiddetto digital divide, ossia il divario digitale tra paesi ricchi e paesi con economie disagiate, sta per diventare realtà.

Stanno per essere distribuiti, infatti, i primi laptop (computer portatili) progettati dal famoso professore dell’altrettanto celebre Massachusetts Institute of Technology.

Laptop

I Media Labs dell’autore di Essere Digitali contano di produrre macchine ad un incredibile costo di soli 100 dollari, che potranno essere acquistati soltanto dai governi nazionali. I paesi coinvolti nel progetto $100 laptop sono per il momento Brasile, Egitto, India, Cina e Sud Africa.

Ma cos’è questo miracoloso laptop? Si tratta di un piccolo ed indistruttibile computer portatile pensato espressamente per bambini il cui scopo è “garantire a tutti i popoli del mondo l’accesso alla conoscenza, per favorire una scolarizzazione omogenea senza distinzione di razza o credo” (fonte Punto Informatico).

Il marchingegno, fornito gratuitamente a studenti e docenti, tramite una scheda wi-fi, sarà in grado di far comunicare anche i più remoti villaggi attraverso la telefonia Voip (reti di telefonia senza fili via internet) e potrà essere alimentato, in caso di necessità, attravero un dispositivo a manovella.

La nobile impresa sarà finanziata da aziende ginganti dell’informatica, tra le quali Google.

Laptop

Vedi galleria immagini dell’oggetto in questione sul sito ufficiale.

Mi chiedo, perché non estendere l’iniziativa alle aree “povere” dei paesi “ricchi”?

Una considerazione. Il concetto di analfabetismo sta cambiando di nuovo. Dal primordiale analfabetismo del saper leggere, scrivere e far di conto, si era passati al concetto di analfabetismo culturale. Qualche anno fa era di moda l’idea di analfabetismo di ritorno. Ora si parla, sfruttando l’ennesimo anglismo, di digital divide.

L’evangelizzazione informatica preannunciata dai media contribuirà anche a vincere (o a limitare) le precedenti forme di analfabetismo?

Filastrocche

Filastrocche è un bellissimo portale per bambini e per l’intera famiglia. Molto amato dalla vasta community che lo frequenta e che attivamente contribuisce al suo successo, è un ricco contenitore di filastrocche, fiabe, rime, conte, canzoni, indovinelli, ninna nanne, sigle, passatempi, poesie, scioglilingua, ricette…

Molto ben curati gli speciali per le feste importanti (Natale, Pasqua, Carnevale, Halloween…) che spesso contengono anche indicazioni per piccoli lavoretti da fare a casa e anche a scuola con i bambini in classe.

Consigliatissimo sildenafil otc uk!

Portale filastrocche.it

La Girandola

La Girandola è un portale dedicato ai bambini, ai ragazzi e ai genitori.
Disegni da colorare, fiabe, giochi, fumetti, scuola, area download sono soltanto alcune delle ricche proposte del sito.

Adatto anche per i bambini della scuola dell’infanzia, vi si possono trovare moltissimi consigli, indicazioni ed utilità.

Portale La Girandola