Lavoretti di Natale per Bambini: come realizzare un magnifico albero di Natale di carta origami

bi-albero

I genitori intraprendenti e creativi, gli insegnanti e le maestre che amano cimentarsi in un lavoretto di Natale fai-da-te da realizzare in classe a scuola con i bambini o a casa in famiglia, possono provare a costruire un albero di Natale di carta origami come quello dell’immagine che potete vedere sopra.

Si tratta di un lavoro di carta piuttosto articolato ma di sicuro effetto.

Bialbero di Natale - Double Christmas tree (Crease Pattern)

Il pattern del Bialbero di Natale di Francesco Guarnieri che vedete sopra con l’immagine da scaricare ed assemblare è disponibile qui.

La guida guida illustrativa con le foto dei vari passaggi su come costruire i vari pezzi dell’origami da assemblare in modo da ottenere un albero modulare, può essere consultata a questo link: Origami Christmas Tree.

Si tratta certamente di una valida idea per crearne uno in modo da decorare la casa per le feste o per gli addobbi di classe.

Il sito Go Origami! da cui ho tratto l’origami contiene tantissimi altri lavoretti di carta (ghirlande, stelle, scatoline, palle tridimensionali, decorazioni di vario genere) e numerosissime idee per il Natale e per tutte le feste: date un’occhiata alla galleria delle immagini per trovare altro materiale interessante per i vostri lavori.

Ce ne sono di tutti i tipi, dai più complessi a quelli semplici da realizzare con un solo foglio di carta.

Post correlati

Puoi lasciare una risposta, oppure fare un trackback dal tuo sito.


Una Risposta a “Lavoretti di Natale per Bambini: come realizzare un magnifico albero di Natale di carta origami”

  1. Francesco Guarnieri dice:
    Pubblicato lunedì 26 novembre 2012 alle 02:31

    I diagrammi per realizzare i moduli per i Bialbero di Natale, sono disponibili da novembre 2012, nel mio blog, nel seguente post: http://guarnieri-origami.blogspot.it/2012/11/bialbero-di-natale-multialbero.html

    Grazie per la diffusione di questo modello.

    Cordiali saluti.

    Francesco Guarnieri

Lascia un commento




Il tuo commento: