20 novembre: anniversario della Convenzione sui diritti dell’infanzia

Convenzione

La Convenzione sui diritti dell’infanzia rappresenta lo strumento normativo internazionale più importante e completo in materia di promozione e tutela dei diritti dell’infanzia.
Contempla l’intera gamma dei diritti e delle libertà attribuiti anche agli adulti (diritti civili, politici, sociali, economici, culturali).

Costituisce uno strumento giuridico vincolante per gli Stati che la ratificano, oltre ad offrire un quadro di riferimento organico nel quale collocare tutti gli sforzi compiuti in cinquant’anni a difesa dei diritti dei bambini.

La Convenzione è stata approvata dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite il 20 novembre del 1989 a New York ed è entrata in vigore il 2 settembre 1990.

L’Italia ha ratificato la Convenzione il 27 maggio 1991 con la legge n.176
e a tutt’oggi 192 Stati, un numero addirittura superiore a quello degli Stati membri dell’ONU, sono parte della Convenzione.

I DATI UNICEF SUI DIRITTI NEGATI DELL’INFANZIA NEL MONDO

  • 11 milioni di minori muoiono ogni anno, prima di avere compiuto i 5 anni, per malattie o problemi che potrebbero essere facilmente eliminati: malattie intestinali, polmoniti, e malattie prevenibili con le vaccinazioni come morbillo, pertosse, tetano, difterite, tubercolosi
  • 150 milioni di bambini soffrono di malnutrizione
  • 123 milioni di bambini non hanno mai frequentato la scuola. Di questi, la maggioranza sono bambine
  • 211 milioni di bambini lavorano
  • 600 milioni di bambini, cioè un quarto dei bambini di tutto il mondo, vivono in condizioni di estrema povertà
  • 2 milioni di bambini sono morti, nel corso dello scorso decennio, a causa di conflitti armati
  • 20 milioni sono stati costretti a abbandonare le loro case
  • 300 mila bambini sono stati reclutati e combattono in diversi paesi africani, asiatici e del Medio Oriente in eserciti regolari e gruppi armati di opposizione
  • 130 milioni di donne hanno subito, da bambine, mutilazioni sessuali e ogni anno altri due milioni di bambine le subiscono
  • oltre 1 milione di bambini ogni anno sono vittime dei trafficanti, vengono “comprati” e costretti a subire abusi e sfruttamento
  • 14 milioni di bambini hanno perso la madre, il padre o entrambi i genitori a causa dell’Aids

Testo completo della Convenzione sui diritti dell’infanzia del 1989 (pdf, 66 KB)

Via UNICEF

Testo integrale online, da Wikisource, la biblioteca libera.

Post correlati

Puoi lasciare una risposta, oppure fare un trackback dal tuo sito.


4 Risposte a “20 novembre: anniversario della Convenzione sui diritti dell’infanzia”

  1. 20 Novembre 2008 - Giornata mondiale del bambino « equAzioni dice:
    Pubblicato martedì 18 novembre 2008 alle 08:10
  2. Filomena dice:
    Pubblicato martedì 18 novembre 2008 alle 17:18

    salve
    sono Filomena una maestra di Borgolombardo prov. di milano…ho proposto a tutto il mio piccolo plesso la proiezione del film la fabbrica di cioccolato in occasione del 20 nov. e fino a ieri sera a nessuno era venuto in mente qualcosa di carino, altre volte ci pensa il comune; quasi tutte le classi, ne siamo 9, una mi ha detto che aveva troppo da fare e un’altra collega mi ha aggredito dicendo che cmq certe cose vanno programmate altrimenti ognuno si puo’ svegliare la matt e condivider un’idea e il “programma” resta indietro!!! sette classi cmq faremo quest’esperienza.
    mi chiedo: forse con questi ultimissimi chiari di luna dobbiamo star attenti a tutto? oppure creder invece che rispettare i diritti dei nostri alunni è il primo passo verso un sano percorso di 5 anni insieme?
    maestro il film mi sembra carino e anche adatto
    lei cosa mi dice?
    grazie Filomena

  3. Maestro Alberto dice:
    Pubblicato martedì 18 novembre 2008 alle 20:31

    non so cosa dirti, sicuramente è un problema di relazioni tra colleghe che purtroppo può capitare

    un saluto, Alberto

  4. daniela dice:
    Pubblicato lunedì 11 febbraio 2013 alle 22:58

    mi piace molto la ruota sui diritti unicef pubblicata sul suo sito mi piacerebbe sapere bene cosa c’è perchè vorrei riprodurla con i miei bambini grazie daniela

Lascia un commento




Il tuo commento:

Seguimi:


Ricerche Internet

Fanpage

Web 2.0 e Scuola

maestroalberto 2.0 maestroalberto.it
Se cerchi notizie sui social, la didattica digitale e il Web 2.0 clicca sul bottone sopra